cupcake

di Giorgia Fieni

Il passaggio di Masterchef da Cielo a Sky pare essere stato un trauma per tutti gli appassionati di cucina, che sono corsi a comprare la “tv a pagamento”. Eh sì, perché, come e più dell’anno scorso, la trasmissione condotta dai tre cattivissimi e affascinanti giudici Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri attira l’attenzione di appassionati di cucina e non, tutti alla ricerca di nuove idee. Il cook reality appare quindi ancora una volta un genere di successo, come dimostrano il rinnovo sui canali in chiaro di La prova del cuoco, Hell’s Kitchen, Cuochi e fiamme e I menu di Benedetta, oltre che le nuove proposte di Alessandro Borghese, che sfida le famiglie a suon di rock, e di Lorraine Pascal, un’altra modella che, come Sophie Dahl e Padma Lakshmi, si trasferisce dalle passerelle ai fornelli con una certa disinvoltura. Non mancano comunque le novità, come i game cook e i telefilm che vedono i protagonisti passare il tempo non solo in camera da letto ma anche in cucina.
Tra i game cook vi segnalo Dinner date di Sky1, una specie di M’ama non m’ama (ve la ricordate la trasmissione anni’80 presentata da Marco Predolin?) o Uomini e donne in cui un/una single viene corteggiato/a tramite la presentazione di un menu completo. A chi prepara il pasto più succulento e intrigante verrà regalata una serata a lume di candela in un magnifico ristorante. Tra i telefilm invece diamo il benvenuto a Mad men e Girls. Nel primo, trasmesso da Rai4, l’ambientazione retrò comprende anche ostriche alla Rockfeller, crema di menta, filetto alla Wellington e condimenti ipercalorici. In Girls Hannah (interpretata da Lena Dunham) mangia spaghetti e cupcakes in copiose quantità, e, come tutte noi, ingrassa e si pente di aver mangiato troppo. “Attraverso i mass media passano messaggi relativi all’obesità, alle diete e al sovrappeso – il commento è di Gioacchino Bonsignore, che da anni conduce la rubrica Gusto – Gli stessi mass media, contemporaneamente, trasmettono programmi di cucina, che talvolta propongono ricette piuttosto improbabili, che entrano quasi in contraddizione con l’attenzione a una dieta sana ed equilibrata. Ecco, io credo che si debba evitare questa incoerenza”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: