Zamboni CCCP

Massimo Zamboni è l’oggetto e il protagonista del primo incontro della terza serie di “Ascolti l’Autore”, la rassegna organizzata presso l’Oratorio Novo della Biblioteca Civica dalla Rigoletto Records, Associazione parmense nata per la promozione della buona musica d’autore, in collaborazione con la Tana dell’Orso, Spazio Adolescenti della Biblioteca Civica, e l’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma.

L’incontro è fissato per questa sera alle ore 19.00 e sarà condotto da Pierangelo Pettenati (giornalista musicale).

Con i CCCP prima e con i CSI poi, Massimo Zamboni è stato uno dei punti di riferimento della musica italiana degli anni ’80 e ’90 sia come autore che come produttore. Tutto è iniziato poco più di trent’anni fa con un EP dal titolo preciso e saldo come una roccia: <Ortodossia>. Un credo e una linea ai quali è fedele ancora oggi, artista solista da una decina d’anni e attivo nella musica, nella letteratura e nel cinema.

“Ascolti l’Autore” ha sempre raccontato i cantanti italiani con originalità, ma in alcuni casi la presenza dell’autore stesso non solo arricchisce la conoscenza: è anche giusta. E’ giusta per il modo in cui questi autori sanno dire e sanno raccontare. Così è stato con Vinicio Capossela; e così sarà con Massimo Zamboni, perché possiede la facoltà di parlare con passione e con precisione.

Sarà un incontro di parole, ma non solo: ci saranno filmati, curiosità e canzoni suonate dal vivo. Tutto senza schemi prefissati e regole rigide. Si potrebbe parlare di anarchia, se non fosse un termine troppo facile da fraintendere; meglio parlare, quindi, di un semplice incontro in libertà sull’opera di una persona di grande onestà intellettuale che osserva il mondo dei nostri giorni, lo analizza e lo restituisce in forme artistiche diverse. Proprio ora sta lavorando alla pubblicazione del nuovo album inciso con Angela Baraldi, già pronto e in attesa di distribuzione. A questa fase tutti posso contribuire con il sistema del cosiddetto <crowdfunding>; tutte le informazioni sono sul sito www.massimozamboni.it.

Ingresso libero.

(COMUNICATO STAMPA)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: