Prodi

E’ lui che firma :

1) il dlgs185/1993 con cui TUB art.10 viene dato il consenso alla banche di trasformarsi in imprese con scopo di lucro, da enti di solidarietà .

E’ lui che firma:

2) il WTO (Word trade organization) =libera circolazione di merci ma sopratutto dei capitali con cui innumerevoli banche eludono il fisco italiano con pratiche di cash-pooling sui servizi e transfer- pricing sul tasso da società bancaria con sede nel paradiso fiscale alla filiale italiana per azzerarne l’utile.

Ma i derivati cosa c’entrano con Prodi?

I derivati fanno la loro comparsa in Italia nel 1994 quando le banche dal 1 gennaio 94 possono fare lucro.

Col WTO i soldi possono circolare liberamente nel mondo dall’Italia e le banche possono trasferire all’estero i soldi raccolti coi derivati e che invece dovevano tenere in garanzia dei sottoscrittori.

Ma cos’è un derivato?

E’ un titolo fotocopia: Tizio va in banca  e chiede un ‘azione della Pinco Pallo Spa, versa 1000 euro e compra l’azione : la banca deve mettere a riserva 1000 euro perchè un domani deve poter restituire i 1000 euro nel caso Tizio decida di rivendere l’azione alla banca . Poi arriva Caio vuole anch’egli l’azione della Pinco Pallo. La banca fa una fotocopia dell’azione , le mette su un pò di timbri e dice : ti do un derivato dell’azione . Caio non sa bene cosa sia un derivato dell’azione sottostante,   ma accetta,  ha fiducia della banca che gli ha promesso anche un rendimento maggiore dell’azione  . La banca incassa 2000 euro ma  a tergo c’e solo un’azione da 1000 euro. Sull’altra siccome è una fotocopia la banca non ha vincolo di bilancio di riserva , può anzichè tenere i soldi a riserva e garanzia della restituzione al risparmiatore,usarli ,  non ha vincolo di riserva, può fare cio che vuole dei soldi di Caio.   Può addirittura fare 50 fotocopie dell’azione e venderle ad altrettanti Caio perchè la riserva obbligatoria nell’ area EURO è il 2% (100%: 2%= 50 , 50 fotocopie). E’ la leva finanziaria, la moltiplicazione del soldo dal nulla,  a tergo , a riserva, non cè ricchezza reale , non ci sono vere quote di proprietà di ricchezza reale, ma c’è solo una sola unica vera azione , con una sola riserva  da 1000 euro e 49 repliche dell’azione senza un euro di riserva . La banca dovrebbe tenerli tutti a riserva i soldi dei 49 Caio invece , non avendo vincoli di bilancio , li usa , nella realtà dei fatti si scopre che in realtà li ha sperperati. Metà li ha usati per dare stipendi milonari ai suoi manager(il conto all’estero di MPS di 2 miliardi di euro, pari quasi ad una monovra IMU per pagare stipendi milionari ai  manager ) , dell’altra metà cosa ha fatto? li ha usati per oliare il sistema .

Come fa ad oliare il sistema ? gratifica, gratifica con posti in banca.I derivati sono quindi il mezzo con cui viene oliato il sistema,  gratificano parenti ed affini di centri di potere con posti in banca , creano virtualmente o anche materialemente posti in banca di cui la banca non aveva chiaramente bisogno nella sua economia di banca. Hanno utilizzato per creare questi virtuali posti in banca che significano stipendi da 100-200 mila euro, i soldi di ignari risparmiatori che invece dovevano tenere in garanzia dei risparmiatori sottoscrittori del derivato .  I migliaia di esuberi di MPS sono la chiara prova di questo sistema di “oliatura”.

Punto.

I recenti arresti di Parma rivelano un altro pezzo di questo sistema. Non si capiva a Parma  come mai tutte le cause contro le banche venissero stralciate in primo grado. In decine di cause un consulente tecnico del Tribunale di Parma chiede ai cliente della banca l’esibizione degli estratti conto “giornalieri” , che non esistono. Gli estratti conto da quando sono nate le banche sono soltanto mensili o trimerstrali. Il giudice, stralcia le cause con la motivazione “il ricorrente (il cliente)  non ha fornito la documentazione  richiesta a comprova” . Si scopre dai tabulati INPS/INAIL  che la convivente di fatto del giudice da 12 anni siedeva da altrettanti anni nel CDA di una primaria  banca di Parma. Si spera vivamente  che la Procura di Parma indaghi.

(Associazione Tutela della Famiglia)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: