url-5

“Bagnacani, più incompatibile di così si muore”, dice Paolo Buzzi. A quanto pare in casa 5 Stelle, le nomine, le azioni, i fatti e i ripensamenti sono all’ordine del giorno. Casaleggio, paladino della Rete, dello scambio, della condivisione, chiese 700 mila euro a Padellaro e Travaglio per gestire il sito dell’allora nascituro Fatto Quotidiano (2009). Forse sperava che, avendo già le mani in pasta su Chiarelettere (casa editrice azionaria del Fatto), poteva avere la strada spianata per arrivare ad un giornale al grido di “La carta è morta”. Come se non bastasse, negli stessi anni, mentre Grillo urlava i suoi “Vaffanculo” a destra e a manca, Gianroberto si occupava di gestire il blog dell’amico genovese, quello di Di Pietro, quello di Travaglio e il sito dell’Idv (prima della separazione consensuale) avvenuta nel 2010. Forse però, alcuni conflitti di interessi sono meno “interessanti” di altri.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: