3D

di Giorgia Fieni

Quando decidiamo che il troppo stroppia e che è ora di porci rimedio, spesso la volontà non basta. Dobbiamo quindi cercare aiuto, e lo troviamo nella tecnologia o nella psicologia, due discipline che possono aiutarci a rafforzare il desiderio di controllare quello che mangiamo.
L’Università di Tokyo ha per esempio messo a punto un paio di occhiali 3D ingrandenti: grazie ad una speciale telecamera il cibo viene diminuito o ingigantito di 1,5 volte così da cambiare completamente la prospettiva sulle quantità. Dai test effettuati su una decina di persone è stato dimostrato che questo “trucchetto” ha fatto abbassare la quantità di biscotti mangiati del 9,3% per il raggiungimento della sazietà, mentre in chi era senza occhiali si è notato un aumento dei consumi del 15%.
Chi non ha a disposizione questi particolari occhiali (ovvero tutti, visto che siamo ancora in fase di sperimentazione) potrebbe invece fare affidamento su Innovation Diet, un software in grado di presentare un programma di corto o medio periodo studiato apposta per poter perdere qualche kg efficacemente. È infatti in grado di elaborare tutti i dati del “paziente” (misure, alimentazione abituale, grado di allenamento ecc.) in modo tale da poter integrare nel programma riduci-calorie anche parametri difficilmente valutabili col fai da te come indice glicemico, carico acido potenziale renale e capacità antiossidanti.
Se volete però ricorrere a qualche trucchetto più semplice, eccoli. Potete per esempio ingannare il cervello usando per le vostre pietanze piatti diversi dal bianco: la pasta al sugo sul blu fa scattare un meccanismo di repulsione e di riduzione delle quantità ingurgitate. Oppure evitare di lasciare troppo a lungo lo stomaco vuoto, o si avventerà su qualsiasi cibo troverà a disposizione. O aumentare l’aroma del cibo: sulle pagine on line della rivista “Flavour” è stato dimostrato che più forte era il profumo di vaniglia, più piccola era la dimensione dei bocconi di budino.
Di chi vi fidate di più: delle macchine o della mente? Quale dei due ha più potere sulla vostra determinazione?

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: