di MARCELLO VALENTINO

Questi i fatti: il Comune di Parma è indebitato fino all’osso del collo, ma ha bisogno di un consulente per l’immagine esperto anche di web che costerà alla comunità ben 53.653,33 euro all’anno. Questa nomina è stata fatta senza concorso, è ad personam. Amico degli amici, come altre volte: vedi vicepresidenza Iren. Ora la domanda da farsi è: cosa è cambiato a Parma, cosa cambierà in Italia? Faccio una piccola premessa per chi mi legge. Io non sono contro niente e nessuno, mi limito ad analizzare i fatti e i fatti sono questi, sono sotto gli occhi di tutti e tutti possono giudicarli.

tumblr_mixjcidUor1rofbngo1_500

Ma andiamo oltre e parliamo un po’ di politica. Grillo e Casaleggio, Casaleggio e Grillo: il nuovo che gli italiani hanno scelto. E fin qui, tutto chiaro. Ma chi c’è dietro Casaleggio e Grillo? Grillo, lo sappiamo, è un comico che cavalca il malcontento degli italiani in modo spettacolare e gli italiani, almeno una parte, lo hanno votato “non sapendo che pesci pigliare”. Ma chi c’è dietro questo movimento, cosa c’è da temere? Perché tutte queste sparate da… facciamo tutto noi, noi siamo il meglio, manderemo tutti a casa, se poi qui a Parma con la lora vittoria nulla è cambiato? Cosa è stato fatto di diverso nel concreto e cosa stanno facendo? Hanno dato un superincarico alla moglie di Ubaldi: è questo il diverso? Hanno tagliato l’Imu? Stanno discutendo con le banche per il debito? Nulla si sa. Che aria si respira in città? Se quello che stanno facendo a Parma faranno anche in Italia c’è da dire che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Ma ai parmigiani va bene così e agli italiani, andrà bene anche a loro? Ma i fatti non saranno diversi da quelli che si vedono qui a Parma. Questa politica non andrà lontano, nessuno ha mai intercettato i bisogni degli italiani, solo i loro. E gli italiani, vittime e colpevoli dei soliti furbi, rimarranno ancora una volta fregati. Hanno fregato anche me e da qui è partita la mia delusione. Ma ormai nessuno riuscità più ad incantarmi, perché la mia unica convinzione saranno i fatti, che qui a Parma non ho visto e non vedo. Li apriremo come scatolette! Sbancheremo le banche! Li manderemo tutti a casa! Sono morti che camminano Democrazia partecipativa, siamo tutti cittadini ecc… E per le nomine, ghe pens mi. Ma vaffa in c… Pensateci, gente. Non contavate niente, non contate niente, non conterete niente. Siete solo un parco buoi o vacche, come si usa adesso. Voi servite solo per i voti, il resto non vi deve interessare. La vita è breve e fra un decennio siamo tutti morti, anche i grilli e i grillini, solo che loro sono stati meglio di voi. Loro, un posto di lavoro, l’hanno trovato: voi no. E per il resto non cambierà un cazzo.

Si è acceso l’inceneritore: Pizzarotti, Folli e la Giunta cosa fanno? E Grillo cosa dice? Io sono Grillo e voi non siete un cazzo. Andate a farvi fottere. Pizzarotti e Grillo, voi e le vostre belle promesse, alias balle.

Io sono io e rimango io e voi non siete un cazzo e la città vi giudicherà.

E adesso? E’ arrivato Grillo: vi ciullerà tutti. Prima vi siete fatti ciullare dalla Dc, poi da Craxi e Berlinguer e dopo è arrivato il Berlusca, insieme a Prodi, quindi  la Lega e adesso Grillo. Non siete stanchi di farvi ciullare? Ciulla ciulla, ciulla ciulla, ciulla ciulla, ciulla ciulla. Italiani, popolo di ciullati: ancora ci credete? Ma dov’è che avete il cervello, nel c…? Se vi piace così tanto, godete, questa è la storia del ciulla ciulla. Arrivò un certo Andreotti con le scarpe tutte rotte. Arrivò, vi ciullò e le scarpe si comprò. Con Berlinguer si fidanzò e anche lui vi riciullò. Non contenti di quei due, vi invaghiste di un grassòn, che portava gli occhialòn, con gli occhioni vi incantò e nel c… ve lo posò. Ma ben presto vi stancò, troppi soldi accaparrò e nel mare sprofondò. Ma era pronta Berluscon con il suo fare da pirlatton tutti quanti vi infilò. Ma ben presto Mortadella si scagliò sulla merenda e veloce vi infilò il grissino nel popò. Oh che bello, oh che bello, gli italiani sono contenti, tra Berlusca, Prodi e Bossi, tutti quanti se li fottano fino a quando capitò, un  barbuto capellon, che ingaggiò un gran tenzon, con quei quattro ciurlaton, sono più bravo io di voi, presto questi me li fotto. Non credete a queste balle, le mie solo sono vere. E credetemi se vi dico che non mi accontenterò, se con me voi vi mettete a tutti noi lo romperemo.,… Ma Grillo, questo è il mio!!! Io non bado a queste cose, anche i miei devon capire che di culo in culo vò senza mai fermarmi un po’.

Morale: se non volete prenderla in quel posto, state lontano dalla politica e dalle palle.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: