inflazione

L’inflazione rallenta anche nel mese di marzo. La crescita dei prezzi si attesta infatti all’1,7% contro l’1,9% registrato a febbraio: un dato che rappresenta la sesta frenata consecutiva, resa possibile soprattutto dai costi minori dei carburanti, e anche il livello più basso dal novembre del 2010. Su base mensile, invece, la crescita è stata pari allo 0,3%. In flessione sono anche i prezzi dei prodotti maggiormente acquistati dai consumatori italiani che aumentano del 2% su base annua: un livello superiore all’inflazione ma in rallentamento rispetto a febbraio quando era stato raggiunto il 2,4%.

Come già accennato, a favorire il trend è in modo particolare il prezzo della benzia che è salito, su base annua, dell’1,1%: significativa la frenata rispetto a febbraio, quando il dato registrato era pari al 3,3%. La variazione tendenziale riguardante il gasolio, infine, è addirittura negativa, segnando un calo dello 0,5%: per la verde si tratta del tasso più basso da ottobre 2009, mentre per il diesel è il minimo da novembre del 2009.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: