felicità

La felicità dipende sa un ormone. I ricercatori della Los Angeles University hanno infatti scoperto che l’ormone che ci sveglia, detto orexina o ipocretina, regola anche la nostra felicità. L’assenza di questa sostanza anti-sonno potrebbe essere legata all’insorgenza della depressione. E’ emerso che il livello di ipocretina sale quando facciamo esperienze positive e quando ci sentiamo felici mentre scende in situazioni stressanti e deprimenti. La ricerca è stata pubblicata su Nature Communications.

E’ in via di approvazione negli Stati Uniti un farmaco anti-insonnia che agisce proprio disattivando l’orexina. Per Jerome Siegel, coordinatore della ricerca, alla luce di questi esiti, bisogna prestare la massima attenzione agli eventuali effetti avversi di un simile farmaco, che potrebbe favorire un disturbo depressivo in chi lo assume.

Nonostante l’azienda che ha messo a punto il medicinale, la Merck, abbia rassicurato in merito, secondo Siegel bisognerebbe usare cautela perché spesso gli effetti collaterali di un medicinale si scoprono solo nel lungo termine.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: