trio

di Arianna Torelli

Tre strumenti musicali per dare voce a tre personaggi di un insolito “Rigoletto” che debutterà in prima assoluta lunedì 11 marzo alle 20.30 all’Auditorium del Carmine (via E. Duse, 1) 

e organizzato dagli Amici della Lirica del Cral Cariparma.
Il capolavoro verdiano sarà “cantato” e interpretato da tre concertisti d’eccezione: Mihaela Costea al violino che darà spessore ai sentimenti di Gilda, Diana Cahanescu al violoncello per esprimere l’ironia, il sarcasmo e il dramma interiore di Rigoletto e Victor Derevianko, autore della trascrizione, al pianoforte per dare corpo alla smaliziata e cinica spensieratezza del Duca di Mantova.
Tre professionisti che si sono da tempo affermati sia a livello locale che nazionale ed internazionale: la Costea e la Cahanescu sono rispettivamente “spalla” e primo violoncello della Filarmonica Arturo Toscanini mentre Derevianko, già professore universitario di pianoforte e musica da camera a Tel Aviv, è il fondatore nel 2005 del trio che sarà protagonista di questo “Rigoletto” senza cantanti al Carmine.
Grazie alla loro interpretazione verrà messo a nudo l’aspetto interiore dei personaggi che solo gli strumenti, più della voce, possono rivelare scavando e toccando nell’intimo lo spettatore.
Si tratterà di un’esecuzione quasi integrale e innovativa dell’opera in tre atti di Gioseppe Verdi, nell’anno del suo 200° compleanno, in una serata che non mancherà di sorprese e che avrà anche una finalità benefica, com’è tradizione degli Amici della Lirica.
A presentare il concerto-spettacolo sarà come di consueto il melomane Paolo Zoppi, anima e corpo di Falstaff nel Club dei 27 nonché presidente degli Amici della Lirica. Il biglietto numerato del costo di
15 euro potrà essere prenotato al 338.87418009 o acquistato la sera stessa dello spettacolo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: