Published On: Ven, Apr 12th, 2013

“Come lui mentì al marito di lei” al Teatro Due dal 16 al 21 aprile

comeluimentialmaritodilei_alessandraformato3

Torna in scena a Teatro Due, dal 16 al 21 aprile e dal 26 al 30 aprile 2013 sempre alle 21.00 il breve atto unico Come lui mentì al marito di lei, di George Bernard Shaw, nel divertente e inedito allestimento di Walter Le Moli.
La vena ironica e l’originale abilità drammaturgica di Shaw, Premio Nobel nel ’25, emerge tutta nella storia di un tradimento coniugale, un triangolo amoroso che la messainscena di Le Moli cala nella California Hippie degli anni ’70 e che offre allo spettatore un’insolita chiave di lettura delle relazioni amorose.
L’interno londinese vittoriano diventa, grazie alla scena di Tiziano Santi e alle luci di Claudio Coloretti, un appartamento hippy-chick in Haight-Ashbury, quartiere che diede vita prima alla controcultura beatnik e poi a quella hippie; in questo colorato interno gli attori Luca Nucera, Paola De Crescenzo e Nanni Tormen interpretano rispettivamente, negli psichedelici costumi di Gianluca Falaschi, un giovane e talentuoso cantautore figlio dei fiori, la sua frivola amante e il ricco marito di lei.
In un’atmosfera dominata dal trionfo della libertà e della fantasia, immersa nei riferimenti culturali dell’epoca, fra Hair e l’American pie cantata da Don Mc Lean, si scontrano l’autentica emancipazione del giovane amante e i timori puritani di una moglie affascinante quanto vuota. Sarà proprio il marito la chiave di volta della pièce, grazie a una reazione inaspettata alla scoperta del flirt.
Nel giovane amante trovano spazio tutte le illusioni di un hippie dell’epoca, la purezza dei sentimenti, l’ingenuità naïves nell’affrontare i rapporti – afferma Le Moli – Ma la grande ironia di Shaw, che fra le righe sta parlando di etica sociale, affida la soluzione al marito, capace di intravedere nel tradimento della moglie la possibilità degli affari, trasformando i sentimenti in merce da mettere sul mercato.
Fra la musica, i colori e le atmosfere tipiche della ribellione hippie al conformismo alienante della società dei consumi, si compie il paradossale e indiscutibile trionfo del business…

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette