Published On: Mer, Apr 17th, 2013

“Corri con me” di Aldo Mazza: racconto breve di un padre e un figlio

correre

di Alessandro Costantino

Un racconto particolarissimo, dettagliato, quasi onirico quello che fa Aldo Mazza in “Corri con me”, con alcuni episodi che attraversavano la sua vita e quella di suo padre. Un percorso doloroso, quotidiano che c’è tra un figlio e un padre, un percorso che attraverso la noia e la solita routine per un adolescente prima e poi fitto di impegni come uomo, accanto c’è quello di suo padre, un percorso il suo che è afflitto da malattie e giorni che si accorciano, di giorni bui, dove compare una malattia severa come il Parkinson , severa come spesso severa è la vita, come spesso è severo il nostro essere, il nostro vivere intensamente le cose. Mi sono piaciuti molti passaggi del racconto, ad esempio il modo di rapportarsi al padre, non da figlio, ma da coetaneo così da carpirne i segreti, i sogni, le delusioni cose che un padre difficilmente direbbe al figlio proprio per quel rapporto gerarchico e generazionale, dove i padri devono essere sempre scevri di paure, dolori, frustrazioni e voglia di essere più sbarazzini, forse adesso è cambiato il senso di sentirsi padre e questo ha migliorato tutto il rapporto in sé.
Ritornando al racconto, altra cosa che mi è piaciuta è il senso del racconto in sé, una raccolta di pieghe dell’anima, un voler rendere partecipi gli altri di un dolore così profondo che è quello di perdere un genitore, se si aggiunge una malattia così devastante come il Parkinson, dove il proprio io si annienta e si nasconde piano, piano a tutti e anche a se stesso.
Bello è comunque chiedersi come potevano essere i rapporti , bello è sentire la mancanza del proprio padre e bello è farlo correre con sé, così da poter essere accompagnati da quell’affetto che ci scalda il cuore.
Quel titolo e concludo “corri con me” è l’incipit alla rielaborazione del lutto, alla voglia di uscire e portarsi con sé una delle persone più care che uno ha suo padre, per un uomo è poi il suo alter ego, è il suo corrispettivo e anche la sua appendice.” Corri con me” e insieme a me, dividendo adesso le frustrazioni e la stanchezza di un vivere che ci appartiene.

Info sull'Autore

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Mimmo Vigna ha detto:

    Molto bello ed interessante il racconto breve di Aldo Mazza, “Corri con me”. Una narrazione che ci invita a riflettere sulle cose più care della nostra vita che spesso scopriamo e valutiamo nel giusto modo solo quando ci vengono a mancare.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 15-01 al 26-01-21





Video Zerosette