6416-rifornimento_consumo

Una ong che opera a Bruxelles, la Transport&Environment, ha effettuato uno studio per dimostrare ciò che molti automobilisti sospettano da tempo: i consumi effettivi delle auto sono diversi da quelli dichiarati dai costruttori. Confrontando le cifre fornite dalle case con i risultati di test indipendenti, è infatti emerso che le auto consumano in media il 23%, e in alcuni casi anche il 50%, in più dei dati dichiarati. La distanza tra consumi reali e ufficiali in questi ultimi anni è inoltre aumentata in modo significativo, basti pensare che nel 2001 era in media del 7%. Due sono le spiegazioni: i test di laboratorio standard con cui si registrano i dati su consumi ed emissioni sono inadeguati e i produttori hanno migliorato la propria capacità di imbrogliare.
Tra i trucchi più ricorrenti utilizzati nella prova su strada, c’è quello di sigillare con nastro le fessure per migliorare l’aerodinamicità o usare lubrificanti speciali e pneumatici più gonfi del normale per diminuire gli attriti. Test indipendenti hanno dimostrato che, nella prova su strada, rispetto ai veicoli appositamente preparati per i test, i modelli che utilizziamo tutti i giorni hanno prestazioni inferiori in media del 19% per i modelli più vecchi e del 37% nelle automobili più recenti.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: