383644_107620136024947_1153169312_n

Maria Teresa Guarnieri, consigliera di Altra Politica, denuncia la contradditorietà dell’Amministrazione grillina, incapace di adottare provvedimenti in grado di risollevare una città “che dovrebbe rappresentare più di ogni altra il cambiamento voluto da Grillo e dal Movimento 5 Stelle”. “Chi governa – dichiara Guarnieri – ha il dovere di proporre soluzioni, non solo di replicare stizzosamente e in modo infantile  se qualcuno lo critica”.  

“Parma al centro dell’attenzione nazionale ancora una volta non per meriti, ma per la contraddittorietà della sua Amministrazione. Il paradosso è che siamo la città che dovrebbe rappresentare più di ogni altra il cambiamento voluto da Grillo e dal Movimento 5 Stelle. Invece ciò per cui brilliamo è proprio per quel “rigor Montis” che Grillo condanna.  Non solo il governo della città targato Pizzarotti non fa altro che replicare le stesse logiche di quello nazionale (tasse ai massimi livelli, tagli ai servizi e nessun investimento sul futuro),  ma nei fatti nega i presupposti per i quali si è insediato. Pensiamo a tutte le promesse elettorali rimangiate su termovalorizzatore, aiuti alle famiglie, riduzione dell’IMU e dell’imposizione fiscale, valorizzazione dei dipendenti comunali, promozione della cultura come strumento di rilancio territoriale. Di tutto ciò che si poteva e si può fare non si è fatto nulla.  Solo la richiesta di sempre maggiori soldi ai cittadini e tante, tante chiacchiere, nelle quali ormai lo stesso primo cittadino perde il filo. Oltre all’ ormai famosa sparata: “Noi non abbiamo mai promesso di chiudere il termovalorizzatore”, c’è il ritornello che l’attuale Amministrazione deve riparare ai danni fatti dagli altri. E noi cittadini ci crediamo. Ma poi il Sindaco ci spiazza dicendo che il bilancio comunale non presenta problemi, anzi ha un avanzo. E non solo. Lui e l’assessore al bilancio ci dicono che se anche SPIP, che da sola ha un indebitamento superiore ai 100 milioni di euro, dovesse fallire, questo non causerà problemi al Comune. Ma allora di cosa stiamo parlando? Il dubbio sorge spontaneo: non  è che chi ci governa non sa cosa fare e cerca di coprire la sua inadeguatezza con le responsabilità degli altri?  Di certo di danni ne sono stati fatti, ma chi governa ha il dovere di proporre soluzioni, non solo di replicare stizzosamente e in modo infantile  se qualcuno lo critica!”

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: