carati

Lilli Carati, sex symbol degli anni settanta, faceva l’attrice hard per comprare la droga. “Sono tornata a casa dei miei genitori quando mi drogavo e non riuscivo ad uscirne – racconta a “Vanity Fair”-. Ad un certo momento ho capito che non potevo più andare avanti e mi sono buttata. E’ stata la mia salvezza. Immobilizzata a letto ho iniziato ad uscire dalla dipendenza e dopo sono entrata in comunità”.

La tossicodipendenza infatti è stato sempre il suo grande problema: “Giravo i porno per avere i soldi e comprarmi la droga. Mi facevo di eroina, cocaina, tutto. Entravo e uscivo dalla clinica, finchè i miei non mi riportarono a casa”. La sua carriera hard è fatta di quattro film e di alcunq performances anche con Rocco Siffredi, allora giovanissimo. Ad aiutare Lilli la famiglia: “Mia sorella Catia, che ha sette anni in meno di me, mi è sempre stata vicina. Non mi ha mai criticata, mi diceva Noi ce la faremo”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: