index

Si conclude a Fontevivo, il prossimo 4 e 5 maggio, la rassegna 2013 del Ponte dei Sapori. Un weekend di gusto e divertimento porterà nel centro storico del Comune, ai piedi della celebre abbazia cistercense, le prelibatezze della gastronomia emiliana e le attività tradizionali dell’uomo connesse allo scorrere delle stagioni e all’ambiente agricolo-artigianale della Bassa.

Dopo le tappe di Trecasali e San Secondo, e dopo lo slittamento dovuto al maltempo dello scorso fine settimana, la Festa nel comune dell’Abbazia cistercense si svolgerà con un folto programma di appuntamenti. La Manifestazione – organizzata dall’associazione culturale Aqua Saliens in collaborazione con il Comune di Fontevivo, con l’aiuto dei commercianti e delle associazioni di volontariato locali, e patrocinata dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, dalla Regione Emilia Romagna, dalla Provincia di Parma, dall’Unione Terre Verdiane e dal Consorzio del Parmigiano Reggiano – ha quest’anno un carnet ricchissimo, pensato per tutti i palati e tutte le età.

“La diffusione della cultura della qualità – ha spiegato il sindaco Massimiliano Grassi – e la volontà di far conoscere, soprattutto ai più giovani, i processi attraverso i quali si arriva ad un prodotto di qualità, e la fatica e l’investimento che vi stanno dietro, sono gli obiettivi con cui affrontiamo ogni anno questa sfida”.

La festa esordisce sabato 4 maggio con una serata musicale di rock anni Settanta e Ottanta. Alle ore 21.00 Piazza Vittorio De Sica si ballerà con “The Others”, evento organizzato dall’associazione culturale Deltàr in collaborazione con il bar Al Khavi e la pizzeria L’Isola che non c’è.

Domenica mattina si parte tutti su due ruote. Alle ore 10.00, infatti, Ciclando apre la festa con una biciclettata libera per famiglie su percorsi misti, a cura dell’associazione sportiva Parma Bike in collaborazione con l’Avis Fontevivo. Il raduno e la partenza saranno in piazza De Sica. Il tour si concluderà giusto in tempo per permettere a tutti di assistere ad un’altra prelibata attività.

Mezzogiorno si annuncerà infatti con i rintocchi delle campane dell’Abbazia e con il profumo della polenta, in cottura sulla piazza secondo la tradizione gastronomica della Bassa parmense. Sarà Angelo Bocchi e il suo team di esperti che accoglieranno il pubblico con un piatto fumante per tutti. E sempre loro si cimenteranno come ogni anno, alle ore 15.00, nella preparazione del Parmigiano in piazza. La forma, realizzata e cotta secondo il metodo tradizionale sarà poi trasportata in un caseificio per iniziare le fasi di salatura e stagionatura che la trasformeranno nel re dei formaggi, per fare poi la sua comparsa tra due anni in una nuova edizione della festa. Il pubblico potrà invece assaggiare la forma realizzata due anni fa, che ha terminato il suo percorso in tempo per mostrare tutte le proprie qualità.

Alle ore 16.00 il concorso “Coltellino d’Argento” replicherà il successo di pubblico registrato nella precedente edizione. “I caseifici locali produttori di Parmigiano Reggiano si sfideranno in una gara – ha spiegato il direttore della sezione di Parma del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Michele Berini, che ha coordinato l’evento – giocata sulla valutazione affidata ad una Giuria popolare, appositamente costituita”. Per entrare a farne parte ci si potrà iscrivere presso lo Stand del Comune.

Per i ragazzi di tutte le età, alle ore 15.30 partirà la Caccia al tesoro fotografica: una gara a premi su temi gastronomici. Bambini e adulti in squadre miste si sfideranno per portare a casa il premio. L’attività è organizzata dall’oratorio “Le orme” e prevede un’iscrizione. Per info e adesioni si può contattare l’Oratorio, al numero di telefono 346 3082783.

“Grande è in questa edizione lo spazio che è stato dato ai bambini e ai ragazzi – ha commentato l’assessore Raffaella Pini – sia in attività puramente ludiche sia in quelle di carattere maggiormente formativo”. Per ottenere questo, molta importanza ha assunto “la collaborazione tra le associazioni, per mettere insieme un programma completo, pensato proprio per tutti” come ha ricordato la presidente di Aqua Saliens, Cristina Lambertini.

Dalle ore 17.30 il Trio Fisa si esibirà nel Chiostro del Collegio dei Nobili in un Concerto di Fisarmoniche, organizzato dall’associazione culturale Aqua Saliens. Nel corso dello spettacolo avrà luogo la premiazione del caseificio che si sarà aggiudicato il “Coltellino d’Argento” e quella del vincitore del concorso fotografico “La passione e la forma”.

Tantissime le attività possibili durante la giornata di festa: dalla Fiera dei prodotti tipici, bio e dell’artigianato, ai birrifici artigianali, alla mostra di macchine agricole d’epoca. Già da sabato sarà possibile visitare la mostra di macchine per cucire – esemplari d’epoca dalla collezione privata dei coniugi Mario Minari e Bruna Quaretti – la mostra fotografica legata al concorso fotografico e la mostra pittorica delle opere di Ettore Mossini dal titolo “Dei chiaroscuri e di altre cromie” ospitata nella Chiesa del Convento dei Cappuccini.

Saranno inoltre possibili, sabato e domenica, le visite guidate ai monumenti e al Museo delle fisarmoniche, mentre per i più piccoli ci saranno il truccabimbi, i giochi gonfiabili e i Battesimi della sella, con i pony del circolo ippico Corte Ghiara di Fontanellato nel Parco del Convento dei Cappuccini.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: