Published On: Mer, Apr 17th, 2013

Prezzo del pomodoro: siglato l’accordo

pomodoro_industria

Dopo una lunghissima trattativa è stato siglato l’accordo sul prezzo da pomodoro da industria relativo alla campagna 2013: produttori e trasformatori hanno infatti raggiunto l’intesa fissando il costo a 85 euro, più un centesimo a tonnellata per i servizi resi alle associazioni di prodotto. Il prezzo avrà validità soltanto nel Nord Italia. A consentire la fine della maratona la diminuzione delle penalità legate a eventuali difetti del prodotto, la conferma dell’obbligo del rispetto dei disciplinari di produzione integrata, l’introduzione dei tempi massimi di pagamento previsti dall’art. 62 del decreto liberalizzazioni.

Tuttavia, non tutte le organizazioni di categoria hanno giudicato positivamente l’intesa. Se la Cia (Confederazione italiana agricoltori) definisce l’accordo “positivo e migliorativo rispetto alla precedente campagna, sia come prezzo che come tabella, anche se non copre per intero i costi di produzione dei produttori agricoli”, Coldiretti Emilia-Romagna parla di un’intesa raggiunta “fuori tempo massimo e senza un reale rinnovamento”: “Siamo arrivati ancora una volta in ritardo – ha affermato il presidente Mauro Tonello – e nonostante questo non siamo stati capaci di realizzare quella necessaria rivoluzione necessaria per la trasparenza del contratto. Abbiamo fatto solo un timido mezzo passo in avanti rispetto all’anno scorso, ma non siamo stati capaci di eliminare tutti quei tecnicismi che riducono il prezzo concordato da 85 euro a 83,50”.
Simile, infine, il giudizio espresso da Confragricoltura Emilia Romagna, per la quale l’accordo è “migliorativo sulla carta rispetto agli 84 del 2012, ma non soddisfacente per i produttori che ancora una volta si fanno carico delle difficoltà della filiera”.

Tenta di trovare una sintesi tra le diverse posizioni l‘assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni: “Non tutte le aspettative hanno trovato accoglimento. Tuttavia se si considerano le distanze iniziali, le difficoltà economiche che gravano su entrambe le componenti produttive, il calo dei consumi e la crescente concorrenza extra-Ue l’esito è positivo”. “Mi auguro che per il 2014 – conclude – si possa giungere ad un contratto migliorativo ed anticipato nei tempi”.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette