Pagina 23 - Apertura - Podio SBK

Si parte con Laverty che gira ancora per primo davanti a Sykes e Davies. Il bello scatto dell’Aprilia è subito vanificato con una scivolata, con pilota e moto che carambolano nella via di fuga. Dove il fumo della sabbia si mischia con quello del motore della BMW di Iannuzzo che praticamente esplode in mezzo al gruppone, costringendo l’italiano al ritiro. Sykes è quindi al comando davanti a Davies e Guintoli, mentre Melandri e Giugliano sono nuovamente in lotta, marcati dalle Honda di Rea e Haslam. Dietro pasticcia un po’ Baz che va dritto, mentre Guintoli fa una staccata aggressiva per innervosire i primi. Nel frattempo, al vertice nasce una gran bella lotta in cui si inseriscono Melandri e Rea, ma i giochi per la Honda finiscono con un ritorno ai box che toglie ogni speranza. In vetta Davies martella tempi fotocopia, prendendo 3 secondi di margine su Guintoli e Sykes. Con Giugliano che si fa sotto ai primi, dopo aver lottato a lungo con Melandri, 5° e più staccato. Scivola via Clementi, mentre Checa e Badovini, rispettivamente in nona e decima posizione, provano a prendere la scia di Haslam che li precede. Leon che tra l’altro vede Baz e Cluzel in 6° e 7° posizione nonostante la partenza difficile. E’ una fuga controllata quella di Davies, che tiene a misura Guintoli consolidato secondo. Negli ultimi giri l’attenzione è tutta per il duello che vede Sykes impegnato a resistere agli attacchi di Giugliano. Ma la Kawasaki ne ha di più e conquista il terzo posto sotto la bandiera a scacchi. Chaz Davies consegna alla BMW una doppietta importante, davanti a Guintoli che si conferma leader della classifica mondiale.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: