contraffazione

a cura di ECA Italia

Il 19 aprile, per la prima volta tutte le autorità competenti si sono unite alla campagna europea di lotta contro la contraffazione. C’è però bisogno di maggiore consapevolezza e attiva partecipazione dei consumatori per riuscire a combattere il fenomeno. Con il convegno “Sorveglianza dei mercati e sicurezza dei prodotti”,  la città di Roma adotta ufficialmente la campagna informativa europea per la tutela dei prodotti di qualità e del Made in Italy. Nel 2012 la Guardia di Finanza ha sequestrato ca. 100 milioni  di pezzi di merce contraffatta sul territorio italiano. Il 96% di consumatori intervistati in un’indagine della Direzione Generale per la lotta alla contraffazione – UIBM del Ministero dello Sviluppo Economico – è a conoscenza del fatto che i prodotti contraffatti possono essere dannosi per la salute. Dai risultati ottenuti in questa indagine sui consumi di prodotti contraffatti emerge che il 30,6 % degli intervistati acquista prodotti contraffatti per un motivo economico (prezzo conveniente) ma la percezione della dannosità sulla salute è passata dal 88.9% del 2010 all’attuale 94.8%, segnale questo di una maggiore conoscenza e consapevolezza. La Commissione e gli stati membri dell’UE lavorano sodo per rinforzare le regole che proteggono i cittadini e le imprese contro beni e prodotti che non soddisfano gli standard di sicurezza. Dal 2013 le autorità dei paesi membri hanno rafforzato il loro potere di espellere immediatamente dai propri mercati i prodotti non conformi e pericolosi. I prodotti falsi non sicuri saranno confiscati e tenuti alla larga dai consumatori. Per aumentare l’efficacia di tali misure nell’UE, la Commissione ha definito un piano che prevede la condivisione di maggiori risorse, migliori strumenti tecnologici e informatici, controlli esterni più mirati e incisivi alle frontiere dell’Unione e sanzioni più severe.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: