1243949724856_6

Si taglia sulla ricorrenza del 2 giugno. Il presidente Giorgio Napolitano ha infatti annunciato che il tradizionale ricevimento riservato a diplomatici e rappresentanti delle istituzioni non ci sarà. “Per ragioni di sobrietà e di massima attenzione al momento di grave difficoltà che larghe fasce di popolazione attraversano – si legge all’interno di un comunicato diramato dal Quirinale – non avrà invece luogo il tradizionale ricevimento del 1° giugno riservato alle autorità istituzionali, a esponenti della società civile e ai capi missione delle rappresentanze diplomatiche in italia”.

Intanto Sinistra Ecologia e Libertà (Sel) hanno presentato una mozione parlamentare per richiedere l’annullamento della parata militare al fine di dirottare le risorse su misure contro la crisi e a sostegno dell’occupazione. “Apprezziamo il gesto del presidente Napolitano – scrivono i parlamentari del partito di Vendola – ma proprio per questo ci appare assurdo spendere milioni di euro per far sfilare carri armati e altri mezzi militari quando il paese attraversa una crisi così grave e non ci sono risorse nemmeno per assicurare i servizi fondamentali ai cittadini. Meglio sarebbe destinare queste risorse agli ammortizzatori sociali, per gli asili nido o ai servizi per gli anziani non autosufficienti”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: