resizer.jsp

Federconsumatori e Adusbef commentano il dato relativo al calo dei consumi pari, a febbraio, al 4,8%.  “Il dato più grave – si legge in una nota – riguarda il settore alimentare che, non ci stancheremo mai di ripetere, rappresenta il vero segnale di allarme sulla condizione delle famiglie”. “Quando si arriva a intaccare i consumi alimentari significa che le famiglie si trovano in una situazione di estrema difficoltà, che non potrà essere superata se non attraverso un deciso rilancio del potere di acquisto delle famiglie – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti -. Per capire la portata della crisi vissuta dalla famiglie basti pensare che, rispetto allo scorso anno, secondo quanto rilevato dal nostro Osservatorio, i consumi alimentari sono diminuiti del -4,6 per cento, vale a dire una contrazione di spesa di oltre 262 euro annui a famiglia. Tale contrazione comporta una caduta complessiva del mercato relativo al settore alimentare di circa 6,3 miliardi di euro. È evidente che né le famiglie, né le imprese, né l’intero sistema economico possono andare avanti in questo modo”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: