carne

La polizia di Pechino ha sgominato una banda che vendeva carne di topo e volpe spacciandola per carne di pecora o montone. Ad affermarlo è il ministero della pubblica sicurezza cinese sul proprio sito web. Il ministero conferma che sono state arrestate ben 63 persone che avrebbero incassato dalla loro truffa più di un milione di euro.
La banda aveva la propria attivitò a Shangai e nella provincia di Jiangsi. Questo è l’ultimo di una serie di scnadali che hanno colpito il settore gastronomico cinese, nelle ultime settimane c’è stata un’epidemia di influenza aviaria con il conseguente crollo del mercato dei polli. Due mesi fa, a Shangai, sono stati trovati morti nel fiume Huang Pu centinaia di maiali che hanno suscitato l’indignazione dei cinesi, scatenati nei blog e sui social networks.

Articolo Precedente

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: