images

Nel primo trimestre del 2013 il tasso di disoccupazione è salito fino a raggiungere il 12,8%: si tratta del livello più alto dal primo trimestre del 1977. In base ai dati raccolti dall’Istat, è stata anche superata la soglia dei tre milioni di disoccupati, ai quali vanno aggiunte adesso altre 83mila unità. Notizie, se possibile, peggiori giungono dal fronte della disoccupazione giovanile che ha toccato il 40,5%: la percentuale più alta degli ultimi 36 anni. Diminuiscono gli occupati a tempo pieno, -3,4%, mentre continua a crescere il lumero di quelli a tempo parziale: +6,2%, ma occorre chiarire che si tratta di un ricorso involontario al part time.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: