Published On: Mar, Mag 28th, 2013

Guarnieri: “A che titolo Grillo interviene sulle vicende di Parma?”

383644_107620136024947_1153169312_n

La consigliera comunale di Altra Politica-Altri Valori, Maria Teresa Guarnieri, interviene a seguito del post pubblicato da Beppe Grillo sul proprio blog in cui il comico genovese traccia un bilancio lusinghiero del primo anno di Giunta Pizzarotti.

 “Ogni tanto abbiamo l’onore che Grillo ci dedichi le sue attenzioni. Anche in questi giorni l’ha fatto, tracciando un bilancio immancabilmente positivo sul primo anno di governo di Pizzarotti. Non è chiaro però a che titolo Grillo intervenga sulle vicende della nostra città, dal momento che non le conosce direttamente e che il nostro Sindaco continua a dire che Grillo non entra nel merito delle sue scelte e non interferisce con le sue decisioni. Se la sua affidabilità poi è quella di chi a settembre scorso ha dichiarato che il termovalorizzatore di Parma non sarebbe mai partito, se non sul cadavere di Pizzarotti, è lecito avere dei dubbi… Come si fa a  a vantare come risultato positivo che il bilancio del Comune del 2012  chiude in avanzo, dopo che questo ha significato tasse al massimo sui cittadini, taglio di servizi, aumento delle tariffe e riduzioni di agevolazioni economiche? Avere 16 milioni di euro di avanzo significa solo avere spremuto i cittadini  in un momento peraltro di gravissima difficoltà economica. E 15 milioni di euro sono stati prudenzialmente vincolati solo perché l’ Amministrazione Pizzarotti non è stata ancora in grado di capire se ci saranno delle situazioni di sofferenza nelle società partecipate e quanto potranno pesare sui cittadini. E questo, a un anno di distanza, non è certo un motivo di merito!  Così come non si può parlare di riduzione dell’indebitamento, sapendo che oltre cento milioni di quella riduzione derivano dal fallimento della SPIP, che non è certo un risultato di cui essere fieri.  Quanto alla partecipazione e agli incontri fatti con i cittadini, anche in passato si facevano, e  questo, oltre a non essere una grande novità, non è  da solo  garanzia di buon governo. Sulla raccolta differenziata poi, che è sicuramente un fatto positivo, se si vuole essere trasparenti ci venga detto di quanto è aumentata complessivamente in percentuale rispetto al 2011, perché in questa città non si partiva da zero.  Nessuno pretende miracoli, ma i Parmigiani sono in grado di valutare da soli che cosa il governo cittadino dei 5 stelle sa produrre, senza bisogno di imbonitori e senza che Parma finisca ancora una volta nel tritacarne delle contrapposizioni politiche nazionali”.

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette