chiuso-per-fallimento1

La fotografia scattata da Rete Imprese Italia in occasione dell’assemblea annunale è preoccupante per la tenuta dell’economia nazionale: “La crisi sta cancellando la parte più vitale del nostro sistema produttivo: nel 2013, 26,6 miliardi in meno di Pil, 22,8 miliardi in meno di consumi, 249 mila chiusure della attività commerciali e dell’artigianato”. “Tra il 2007 e il 2013 – prosegue nella propria analisi l’organizzazione – il nostro Paese avrà perso 121 miliardi di euro di Pil: un abisso e per tornare ai livelli pre crisi ci vorranno 10 anni, un arco temporale senza precedenti. Anche il confronto con la grande depressione degli anni ’30 è impietoso: in quel caso il livello di Pil pre crisi fu recuperato dopo 7 anni”. Secondo la ricerca effettuata da Rete Imprese Italia, senza una “sensibile accelerazione della crescita, le imprese italiane potrebbero trovarsi nella necessità di operare tagli di occupazione compresi fra 400 e 650 mila unità”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: