images

Crolla la Borsa di Tokyo. L’indice Nikkei ha perso il 7,32%, la flessione più accentuata dal terremoto di Fukushima avvenuto l’11 marzo 2011. A far sprofondare il mercato giapponese sono stati i dati molto deludenti provenienti dalla Cina e le tensioni molto accese riguardo ai titoli di Stato nonostante i 2mila miliardi di yen immessi sul mercato dalla Banca centrale nipponica. Il settore manifatturiero cinese a maggio è sceso a 49,6 punti dai 50,4 di aprile, mostrando dunque tutti i sintomi di un’economia in contrazione.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: