pag_ticket

Nella manovra economica estiva del 2011 era prevista, a partire da gennaio 2014, l’entrata in vigore di ticket per un importo di 2 miliardi. Un salasso calcolato in circa 350 euro a testa per visite ed esami contro i 150 attuali. Un costo insostenibile per il sistema qualora non venisse esteso il numero di italiani non esenti dal pagamento, al momento il 25%.

Un’autentica “batosta sui paganti” l’ha definita il presidente dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali Giovanni Bissoni, che ha presentato uno studio sugli effetti del cosiddetto “superticket”, ovvero il ticket aggiuntivo sulla specialistica in vigore da metà 2011, che ha tuttavia prodotto incassi molto inferiori alle aspettative.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: