Sta per tornare sulla Terra e per salutare la Stazione spaziale mette in rete una cover di David Bowie, il famoso pezzo Space Oddity pubblicato nel 1969 in tempo per l’impresa dell’Apollo 11. E’ l’idea originale di Chris Hadfield, comandante della missione Expedition 35 sulla Stazione Spaziale Internazionale che pochi giorni fa ha avuto un momento di tensione con un guasto poi riparato.

Hadfield, appassionato di musica – è stato già protagonista di una jam session stellare in diretta dallo spazio – ha confezionato una cover ben cantata corredata di un video in cui la chitarra fluttua complice l’assenza di gravità, e l’ha postato sui suoi numerosi profili ‘social’, da Facebook a Twitter dove ha numerosi fan. “In tributo al genio di David Bowie, ecco Space Oddity, registrata sulla stazione spaziale. Un ‘ultima vista del mondo”, scrive Hadfield nel post. Voce e chitarra sono state registrate a bordo della Stazione spaziale, il piano e gli altri strumenti sono stati aggiunti da un gruppo di collaboratori sulla Terra. Nel video si vedono anche delle bellissime immagini del nostro Pianeta prese dallo spazio. In una sola giornata, la cover ha avuto più di 4milioni di visualizzazioni, ed è stata condivisa da milioni di utenti, tra cui lo stesso David Bowie, eccola:

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: