Published On: Ven, Mag 17th, 2013

Stazione mediopadana a Reggio, M5S: “Non è colpa nostra”

treno_frecciarossa

Intervento del gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle riguardante la stazione mediopadana di Reggio Emilia e ai costi esorbitanti della stazione di Parma.

E’ strano che dopo sedici anni di governo del centrodestra, Parma si sia svegliata accorgendosi che la stazione mediopadana è stata affidata a Reggio Emilia. Difficile capire come mai proprio un quotidiano come la Gazzetta attacchi su questo smacco che i cittadini ducali dovranno forzatamente archiviare presto, andando a parcheggiare oltr’Enza ogni volta che vorranno andare a Roma. Strano nessuno si sia mai chiesto il motivo per il quale siano stati spesi così tanti milioni di euro a Parma per realizzare una nuova stazione piena di vetri e novità, quando il traffico dei treni che vi transiteranno non solo calerà di numero, ma anche di qualità. Notevole anche considerare come tantissimi dei soldi spesi (o buttati) da Ubaldi e Vignali a Parma per le opere faraoniche non siano serviti a nulla. Senza parlare in dettaglio di tutte le opere faraoniche inutili, segnaliamo solo che le giunte precedenti hanno speso per la stazione di Parma tre volte tanto rispetto a quanto si sta spendendo a Reggio Emilia. E noi avremo fra l’altro una stazione che sarà utile un terzo. Poi sarebbe logico chiedersi perché nel 2011 Parma ha abbandonato i progetti sull’auto elettrica (sottolineiamo 2011, giunta Vignali). E magari ci si potrebbe fare due domandine su come mai hanno scelto di rientrare dallo sperpero facendo cassa, urbanizzando terreni che saranno occupati da qui al 2016. Infine – ma solo se uno vuole davvero usare la testa – bisogna chiedersi come mai sia stato dato un aeroporto a una società austriaca dimenticandosi di fare investimenti mirati e piani industriali decenti. Insomma, non solo ci hanno legato mani e piedi a una colata di debiti e problemi, ma adesso vogliono pure farci velatamente credere che, se la mediopadana è a Reggio Emilia, è quasi quasi colpa nostra che lasciamo in cattivo stato le aiuole della città. Questo è sicuramente quello che oggi vogliono leggere i precedenti amministratori. Forse è un po’ meno reale rispetto a quanto i parmigiani vedono e vivono tutti i giorni.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette