Published On: Mer, Mag 15th, 2013

Valorizzazione degli over 45: domande fino al 14 giugno

AMORETTI

C’è tempo fino al 14 giugno prossimo per partecipare a “Active Ageing Parma. L’invecchiamento attivo come risorsa per le imprese del territorio”, progetto sperimentale affidato dalla Provincia a Ecipar e finanziato dall’ente di piazza della Pace con risorse del Fondo sociale europeo. Per dare maggiori opportunità alle aziende interessate la Provincia ha infatti deciso di prorogare la scadenza del bando del progetto, nato per supportare  imprese che  vogliano valorizzare le competenze di lavoratori over 45 e creare le condizioni per l’inserimento occupazionale di personale maturo. L’iniziativa punta infatti ad accompagnare le aziende in un percorso che le aiuti a capire quali concretamente possano essere le azioni da mettere in campo per trarre un vantaggio competitivo dalla corretta gestione del personale più anziano, e quale possa essere questo vantaggio anche nell’inserimento al lavoro di personale maturo.
La modalità scelta è quella già sperimentata con efficacia anche in altre iniziative, come “Piattaforme per l’innovazione” e “Esp”: con un primo bando saranno selezionate le imprese partecipanti, con un secondo i consulenti che, dopo l’abbinamento, le affiancheranno nella redazione di progetti ad hoc. Ad ogni impresa saranno infatti abbinati esperti specializzati in processi di Activ Ageing (invecchiamento attivo), che l’aiuteranno nel dare forma concreta a progetti di valorizzazione del personale maturo attraverso 36 ore di consulenza gratuita in ogni impresa. “I lavoratori maturi rappresentano un vero capitale per le imprese – spiega l’assessore provinciale alla Formazione professionale e alle Politiche attive del lavoro Manuela Amoretti e sono anche tra quelli che più hanno patito gli effetti della crisi: sono oltre il 40% di quelli espulsi dalle aziende di Parma. Noi con questa iniziativa vogliamo aiutare le aziende a sfruttare il vantaggio competitivo che l’avere in organico lavoratori maturi comporta, ma anche dar loro una mano nel creare le condizioni per far entrare in organico personale over 45. Ci muoviamo da un lato per contrastare gli effetti della crisi ma dall’altro anche, più in generale, per gettare le basi di un cambiamento culturale: all’estero infatti la consapevolezza del valore aggiunto costituito dai lavoratori maturi è assodata da tempo, noi da questo punto di vista siamo ben più indietro. Crediamo che per le aziende questa sia una buona opportunità: speriamo che, anche grazie alla proroga del bando, siano in tante a coglierla”.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette