Published On: Mar, Giu 4th, 2013

Biondini racconta “Le Perle della Provincia di Parma”

tavolo web

Nasce dal grande amore per il nostro territorio il documentario, “Le Perle della Provincia di Parma”, l’ultimo lavoro di Mauro Biondini, autore e regista di numerosi film-documentari su luoghi e personaggi che hanno contrassegnato la storia e l’arte della nostra provincia.
Un documento visivo completo e “unico”, che ha l’ambizione di voler essere una guida per i visitatori che vengono in queste terre e una memoria storica per i giovani ai quali racconta in modo semplice e diretto la storia della provincia di Parma. Lo ha spiegato questa mattina in Provincia l’autore Mauro Biondini intervenuto alla conferenza stampa sul progetto. Presenti i soggetti che hanno promosso l’iniziativa realizzata anche con il sostegno di Cariparma Crédit Agricole e Regione Emilia Romagna: Andrea Rinaldi, presidente dell’associazione culturale Corale Verdi, da cui è nata l’idea del film, e Vincenzo Bernazzoli presidente della Provincia di Parma.

Sono molto contento del risultato del lavoro di Biondini – ha detto Bernazzoliquesto film è un modo per far conoscere il nostro territorio e in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo è anche un importante strumento promuoverlo, partendo da quello che di bello abbiamo”.

Con Biondini, che è nostro socio onorario abbiamo intrapreso un percorso di collaborazione sviluppato nel campo della cultura – ha spiegato Rinaldiquesto dvd concretizza il progetto a cui avevamo pensato. Il compito della Corale Verdi è esserci nei momenti importanti e questo è uno di quelli”.

Lungo il percorso creativo che ha impegnato l’autore circa tre anni, per la complessità del lavoro di ricerca dei luoghi prescelti e la stesura dei testi. L’idea, come ha spiegato Biondini è nata durante i dieci anni della trasmissione “Vi racconto l’opera”. “ Ho sempre cercato location come castelli, musei, e altre eccellenze della nostra terra – ha detto – lì è nata l’idea di racchiudere in un unico documento tutte le perle della nostra provincia con una peculiarità: dividere la provincia nelle quattro stagioni per raccogliere sensazioni, colori e tante altre emozioni che questa terra ci può dare”.

Un itinerario lungo oltre 3mila chilometri, 11 complessivamente le ore di immagini in alta definizione girate dal team di Videopress di Lorenzo Moreni, che collabora col regista da 14 anni. “Abbiamo utilizzato le migliori nuove tecnologie per avere il migliore risultato possibile, dunque eccellenza tecnica accanto all’eccellenza contenutistica” ha sottolineato Moreni.

Una parte importante nel lavoro è stata la scelta delle musiche: ben 56 brani, che spaziano dagli autori classici, al folklore locale. Il documentario ha durata di 1h e 20’. Il dvd che sarà messo in distribuzione a settembre, conterrà anche una versione breve di 6’ in italiano e in inglese, a disposizione dei turisti che desiderano conoscere le “Perle della Provincia di Parma”.

L’iniziativa è promossa dall’associazione culturale “Corale Giuseppe Verdi” di Parma con il sostegno di Cariparma Crédit Agricole, Provincia di Parma e Regione Emilia Romagna.
La prima proiezione, a inviti per le autorità, si terrà martedì 11 Giugno al Teatro Farnese nel palazzo della Pilotta a Parma.

I contenuti del documentario

Storia, cultura, arte, termalismo, bellezze naturali e ambientali, oltre a una grande tradizione enogastronomica, costituiscono l’essenza della provincia di Parma, un territorio che questo documentario permette di scoprire attraverso un viaggio affascinante che dura un intero anno.
Le Perle della Provincia di Parma”, sarà un importante biglietto da visita per raccontare il Parmense: raccontarlo agli abitanti del territorio, certo, ma anche ai tanti visitatori che ogni arrivano.

Tanti gli aspetti descritti perché non c’è un luogo nella provincia di Parma che non custodisca almeno una traccia di epoche storiche diverse, come testimoniano i numerosi castelli che arricchiscono il territorio, dalla pianura all’Appennino. Manieri che racchiudono storie e segreti, che raccontano di mecenati che chiamarono grandi artisti per dare splendore alle loro residenze, per farne Corti raffinate. Fortezze che si caratterizzano per le loro imponenti strutture architettoniche ma anche per la presenza al loro interno di belle collezioni museali.

Nel cammino attraverso la storia della provincia di Parma, l’arte sacra assume un importanza fondamentale, con importanti chiese che recano la testimonianza di uno dei più importanti linguaggi artistici dell’Europa medioevale, il romanico.

Un percorso storico che ha avuto una grande valorizzazione grazie alla via Francigena, l’antica strada di pellegrinaggio verso Roma, che attraversava il territorio parmense con le sue Pievi, autentici gioielli riportate nella gran parte agli antichi splendori.

Altrettanto importanti con i tesori artistici che contengono sono le chiese rinascimentali e di epoca barocca, che raccontano delle arti durante il Ducato di Parma.

Molto vasto e variegato è il sistema museale della Provincia di Parma con eccellenze di grande valore artistico, volute da privati cittadini, e musei che custodiscono il ricordo e le tradizioni del territorio e gli altri luoghi della memoria compresi quelli dei capolavori del gusto.

Sono loro che connotano gli itinerari turistici, dove all’interno di paesaggi suggestivi si possono assaporare prodotti che hanno reso la Provincia di Parma famosa nel mondo.

Importante attività socio economica della provincia di Parma, sono le attività legate al termalismo, da sempre punto di riferimento in ambito europeo per l’esperienza e le competenza espresse.

Busseto e le “Terre verdiane” sono la patria di quel genio della musica che fu Giuseppe Verdi; percorrendo la strada che  parte dalle Roncole a Villa Sant’Agata, tutto parla di lui, in un atmosfera tipica che ha ispirato la musica del maestro.

Per chi ama la natura il Parmense offre moltissime possibilità di escursionismo e di pratica sportiva, con le vette dell’Appennino che offrono visioni suggestive verso il mare

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette