Published On: Gio, Giu 27th, 2013

Collecchio, tutto pronto per la Festa Multiculturale

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sei giorni per fare il giro del mondo, senza allontanarsi troppo da casa. Dal 28 al 30 giugno e dal 5 al 7 luglio, torna al parco Nevicati la Festa Multiculturale, appuntamento che da diciassette anni segna l’inizio dell’estate.
Una festa che porta a Collecchio colori, suoni e sapori da tutto il pianeta e che, a ogni edizione, cresce: quest’anno sono 29 le cucine da assaggiare, 107 le associazioni che hanno aderito, fra cui 30 comunità straniere, un centinaio i volontari, al lavoro da mesi per organizzare l’evento in tutti i suoi aspetti, dalla logistica, alla cucina, al programma culturale che è ricchissimo. Un segno forte dalla politica viene dalla presenza del Ministro per l’integrazione Cécile Kyenge, fortemente voluta dalla rete delle associazioni della festa. L’onorevole, sabato 29, secondo giorno della manifestazione, presiederà un incontro su diritti e immigrazione, alle 19.45.
Cibo e non solo, come sempre. Gli eventi culturali sono tanti e per tutti i gusti: teatro, danze, conversazioni, proiezioni, laboratori …tutto con un medesimo filo rosso: le culture diverse, raccontate dall’esperienza per una conoscenza che, oggi, è l’unica strada che possiamo percorrere. Sei serate per vedere camminare sui prati del parco, lo specchio di una città multietnica dove convivono 137 nazionalità diverse.
La festa è un laboratorio culturale che dimostra come, lavorando con attenzione e dando tempo all’ascolto, è possibile convivere piacevolmente. Quest’anno la festa declinerà il tema della cittadinanza per le seconde generazioni, una questione di diritti che tanti bambini e ragazzi, nati e cresciuti qui, stanno pagando sulla loro pelle.
Fra le tante iniziative in programma, nel primo fine settimana, si segnala in particolare venerdì 28 giugno alle 21 l’incontro “Essere italiano? Dico la mia…” e lo spettacolo Kappuccetto Rosso, alle 21.30. Sabato 29  dalle 21.30, si potrà scoprire il Sudan e la Colombia in due conversazioni successive. Domenica invece, alle 22.30, il racconto della Tunisia. Tanto spazio alle danze e alla musica: sabato sarà al ritmo di Sri Lanka e Senegal, domenica di Nigeria e Africa tutta. Anche i bambini troveranno tante attività per loro, laboratori, giochi, piccolo circo e scuola di capoeira. Ma l’attrattiva più forte è viaggiare fra le cucine del mondo. Si parte venerdì 28 con i piatti tradizionali di Ghana, Eritrea, Camerun, Pakistan, Kurdistan;  sabato 29 si fa  tappa in Etiopia, Tunisia, Sri Lanka, Sudan, Ruanda; si conclude, domenica 30 giugno, fra Grecia, Moldova, Filippine, Tunisia, Perù. Kebab curdo e tortelli d’erbetta sono ogni sera nel menù.  E poi non mancheranno le bancarelle di artigianato, la libreria interculturale e la vetrina del volontariato con gli stand delle associazioni.
La festa lo scorso anno ha contato 15.000 visitatori e, anche quest’anno, punta a fare il tutto esaurito. Tutte le informazioni sono sul sito dedicato www.multiculturale.org  e su www.forumsolidarieta.it.
La festa è promossa dalle associazioni di volontariato e dalle comunità migranti della provincia di Parma con il sostegno di CIAC, Forum Solidarietà e Centro Interculturale di Parma, con la collaborazione del Comune di Collecchio e della Provincia di Parma.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette