Published On: Ven, Giu 14th, 2013

Fondi del Viminale, arrestato il prefetto La Motta

700_dettaglio2_Francesco-La-Motta-ex-prefetto--Imagoeconomica

I carabinieri del Ros hanno arrestato stamattina all’alba il prefetto Francesco La Motta e l’ex banchiere Klaus George Beherend con l’accusa di peculato e falsità ideologica. Altre due ordinanze di custodia in carcere sono state notificate ai broker Edoardo Tartaglia e Rocco Zullino, già arrestati dalla procura di Napoli. L’indagine, di competenza dei giudici romani, nasce a seguito della vicenda dei soldi rubati dalle casse del Viminale attraverso il Fec, il fondo per gli edifici di culto attraverso cui il ministero dell’Interno gestisce il patrimonio artistico. Secondo quanto emerso, grazie a La Motta, direttore del Fec dal 2003 al 2006, sarebbero spariti circa 10 milioni di euro transitati su conti svizzeri. La Motta avrebbe affidato l’investimento a Zullino, collaboratore di Tartaglia, a sua volta parente di La Motta. Il banchiere Beherend, invece, sarebbe l’ideatore dei piani di investimento dei Fondi in collegamento con Tartaglia.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette