erasmus-1

Nasce un grande ufficio di collocamento europeo, una sorta di Erasmus per il lavoro che, attraverso progetti scolastici ed universitari e l’apporto di agenzie per l’impiego, avrà il compito di far trovare un’occupazione ai giovani dell’Ue. “C’è un negoziato in corso per un piano europeo sul lavoro giovanile. – ha in proposito dichiarato il presidente del Consiglio Enrico Letta per il quale “il negoziato in corso è molto duro sull’utilizzo immediato di risorse per i giovani che escono dalla scuola e devono entrare in contatto con il mondo di lavoro. Sarà una specie di Erasmus per l’occupazione”. In base a quanto previsto dalla prima versione del progetto, il contributo per il colloquio all’estero è di 200 o 300 euro a seconda che la distanza tra la propria città d’origine e quella in cui si svolge il colloquio sia inferiore o superiore a 500 chilometri. Il contributo per il trasferimento varia da Paese a Paese: si va da un massimo di 1200 euro per la Danimarca a un minimo di 600 euro per la Bulgaria.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: