ndrangheta Piemonte

di SALVO TARANTO – Ogni volta che un’operazione su scala nazionale colpisce la ‘ndrangheta, Parma compare tra le località in cui vengono eseguiti arresti e sequestri. Forse è l’ora di togliersi letteralmente il prosciutto dagli occhi e ammettere che questa città, in assenza di reazioni rabbiose, è diventata terra di conquista della peggiore delle mafie. Non esistono popolazioni in possesso di anticorpi morali in grado di sopravvivere al virus mafioso senza ribellarsi. Fabbriche e negozi stanno chiudendo dopo essere state spolpati dalla ‘ndangheta, lavoratori stanno perdendo un impiego per colpa della ‘ndrangheta, i casi di “autocombustione” di veicoli” e i furti nei cantieri aumentano: se quel che sta accadendo è tutto normale, allora Parma merita di essere una città di mafia.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: