025712421-cb98365f-f7e9-42b9-99b9-6662eb9fa235

Grazie ad un difficile compromesso con il premier britannico David Cameron, è stato trovato un accordo sul fondo europeo destinato al lavoro per i giovani, una delle priorità evidenziate dal governo italiano: è stato infatti previsto uno stanziamento superiore di 2, 3 miliardi rispetto ai sei inizialmente ipotizzati.

“Riusciamo a ottenere più di quanto si pensava nel senso che c’è un’aggiunta, probabilmente di tre miliardi di euro, in più rispetto a quanto era previsto nel front loading. E’ un risultato molto positivo e sono molto contento” ha affermato Enrico Letta. “Mi sembra sia andata bene -ha commentato il presidente del Consiglio – la parte principale dell’accordo è realizzata, sia sulla lotta alla disoccupazione giovanile che sul bilancio”.

Il presidente del Consiglio Ue Herman Van Rompuy ha comunque voluto chiarire che soltanto sei miliardi potranno essere anticipati al 2014-2015 e che il finanziamento riguaderà le aree dell’Ue più colpite dalla disoccupazione giovanile: 13 nazioni in toatle. Nel primo anno i destinatari dei fondi dovrebbero essere Spagna, Grecia, Italia e Francia.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: