Published On: Ven, Giu 28th, 2013

Viaggio nella scienza ai tempi di Verdi con il MU-BUS

ArchivioImmMuseoGuatelli1 web

Scoprire Giuseppe Verdi e la scienza del suo tempo in un modo divertente e accattivante, attraverso esperimenti, giochi, laboratori e incontri. Partirà domenica 30 giugno, dalla Casa delle contadinerie di Coenzo di Sorbolo il “viaggio” del Mu-bus, laboratorio itinerante sostenuto dal Ministero dell’istruzione.
Giunto alla sua terza edizione, il Mu-Bus è promosso dalla Provincia, nell’ambito delle attività del Sistema museale, e realizzato da Googolplex in collaborazione con Fondazione Museo Ettore Guatelli.
Filo conduttore dell’itinerario 2013 sarà “Verdi. La musica e la scienza del suo tempo”: un percorso, che si concluderà il 21 novembre, che permetterà a bambini e adulti di avvicinarsi alla scienza, utilizzando oggetti semplici di uso quotidiano, e allo stesso tempo di conoscere i segreti e le collezioni dei nostri musei.
Il viaggio toccherà 9 musei di Parma e del Parmense: da Casa delle contadinerie di Coenzo; al Museo Uomo-Ambiente di Bazzano; poi Museo Casa Barezzi di Busseto; Museo del risorgimento Tanara di Langhirano; Museo della tipografia Libassi di Noceto; Pinacoteca Stuard, Museo bodoniano e Casa del suono di Parma; Museo del risorgimento Musini di Fidenza.
L’appuntamento di domenica 30, dalle 15 alle 18, alla Casa delle contadinerie di Coenzo di Sorbolo avrà per tema “La scienza nelle cose di tutti i giorni”, un laboratorio, organizzato in occasione della festa delle contadinerie, in cui si potrà scoprire la scienza che si nasconde negli oggetti di uso quotidiano: i palloncini si gonfieranno con del “materiale” che si trova in cucina, il sapone si trasformerà in bolle giganti e le cassette della frutta serviranno per misurare la pressione. (Per informazioni e prenotazioni: 347 1458758, marta.nadia@gmail.com).
Domenica 21 luglio ci si sposterà al Museo Uomo-Ambiente di Bazzano di Neviano degli Arduini dove, dalle 15 alle 18, si terrà il percorso “Il museo si apre alla scienza”, un approfondimento in chiave scientifica tra fiaschi, teli e intrecci. (Info e prenotazioni: 333 4504976; museo@museouomo-ambiente.it). Per tutto luglio si potrà anche visitare il Museo Casa Barezzi di Busseto e scoprire “La voce e la musica”: in occasione del bicentenario Verdiano il museo apre infatti le proprie porte per permettere ai ragazzi di scoprire cosa si nasconde dietro al suono. (Per info e prenotazioni: 0524 931117; info@museocasabarezzi.it).
Il tour del Mu-bus proseguirà il 23 ottobre al Museo del risorgimento Tanara di Langhirano con l’appuntamento “Sarà sempre rossa la camicia di Garibaldi?”; il 9 novembre al Museo della tipografia Libassi di Noceto con “La stampa, l’inchiostro e la carta”; il 14 novembre alla Pinacoteca Stuard di Parma per approfondire “Il colore del tempo nei dipinti”. E ancora, il 16 e 17 novembre al Museo bodoniano di Parma ci si trasformerà in “Stampatore per un giorno”; il 19 novembre alla Casa del suono di Parma si potrà approfondire “La fisica del suono”; per concludere il 21 novembre al Museo del risorgimento Musini di Fidenza con “Il colore e i colori della bandiera”.
Tutte le iniziative sono gratuite.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette