Published On: Gio, Lug 4th, 2013

Albertina Soliani nominata presidente vicaria del Comitato nazionale per le celebrazioni verdiane

1245546-fiori-so

E’ entrata ieri a far parte del Comitato nazionale per le celebrazioni verdiane la sen. Albertina Soliani, chiamata dal Ministro della Cultura Bray, presidente del Comitato stesso, a svolgere la funzione di presidente vicaria.

“Abbiamo voluto recuperare subito il ritardo accumulato in queste settimane, per il cambio di governo – ha affermato la senatrice Soliani – e così oggi abbiamo deliberato finanziamenti per circa 2 milioni  e 7 mila euro, che completano quasi interamente la somma a disposizione prevista dalla legge, di cui erano già stati impegnati nel primo semestre 3 milioni 766.680 euro. Ormai le celebrazioni verdiane entrano nel vivo – spiega – Accanto ai progetti presentati dai territori, non solo verdiani, vi sarà un grande concerto diretto da Abbado al Teatro Farnese di Parma nel mese di settembre, una mostra nazionale al Vittoriano, il coinvolgimento di tutte le scuole, la notte di Verdi nelle piazze italiane tra il 9 e il 10 ottobre, l’investimento per la digitalizzazione e il portale su Verdi affidato al MIBAC e all’Istituto Nazionale di Studi Verdiani per complessivi 300 mila euro, il coinvolgimento delle ambasciate italiane nel mondo, la celebrazione a Pechino e altre iniziative. Intendo fare in modo che il Comitato e le sue risorse finanziarie, peraltro insufficienti a soddisfare le richieste, diventino un volano per il coinvolgimento di altri soggetti: il CIPE per le infrastrutture che concedano un facile accesso al Villa Sant’Agata di Villanova D’Arda, la Conferenza Episcopale Italiana per il restauro delle chiese e degli organi che hanno visto Verdi protagonista, soggetti pubblici e privati per fare dell’anno verdiano la piattaforma di un investimento duraturo in settori strategici. Penso, ad esempio, al coinvolgimento dei giovani, a un dottorato universitario per la formazione superiore degli artisti, attrattivo nei confronti del mondo, ad una strategia che coordini le istituzioni al fine di ampliare la platea dei fruitori degli spettacoli e delle iniziative. Occorre recuperare il tempo perduto sul versante strategico. Guardo all’Expo 2015 dentro cui può arrivare la celebrazione verdiana che si sta sviluppando nel modo intero. A conclusione del mandato vorrei ce si presentasse in Parlamento una relazione non solo su quanto è stato fatto ma su quanto si è messo in moto. Da domani sarò impegnata, insieme con i funzionari competenti della Presidenza del Consiglio e del Ministero della Cultura, per dare corso a tutte le decisioni assunte, ai finanziamenti deliberati, al reperimento di nuove risorse per ulteriori progetti posti oggi all’attenzione del Comitato, per la verifica puntuale della attuazione dei progetti, per la rendicontazione trasparente, per il possibile contenimento dei costi. Considero un onore – afferma Soliani – occuparmi delle celebrazioni verdiane dopo che, con altri colleghi e in particolare con l’onorevole Carmen Motta, ho curato l’approvazione della legge. Occuparsi della bellezza e della musica di Verdi in nome del popolo italiano è davvero un privilegio. Vorrei che Verdi vivesse, e non polo in questi mesi nel cuore di tutti. La sua musica è come un alfabeto del sentimento umano. La dimensione popolare delle celebrazioni mi sta molto a cuore.

Segnalo che per legge i membri del Comitato non percepiscono compensi e che io rinuncerò anche a qualsiasi forma di rimborso spese. Per quanto riguarda il nostro territorio, Il Comitato nazionale ha assegnato, in questo secondo stralcio, 200 mila euro per la messa in sicurezza del Teatro Regio, 90 mila euro per il Teatro Magnani di Fidenza, 50 mila euro al comune di Bussato per l’allestimento dello spettacolo di fronte alla casa natale di Verdi, 150 mila euro per Falstaff e 100 mila euro per la produzione di Luisa Miller in collaborazione con i teatri dell’Emilia Romagna. Sono stati inoltre assegnati 30 mila euro al comune di Colorno per la mostra alla Reggia, 10 mila euro al comune di Zibello per la celebrazione del musicista Emanuele Muzio, 5 mila euro al Barezzi Festival e 5 mila euro ad una pubblicazione del Museo Verdi di Busseto. Alla fondazione I Teatri di Reggio Emilia sono stati assegnati 150 mila euro per I Vespri Siciliani, in collaborazione con le altre città della regione. Alla Cattedrale di Fidenza – conclude -che ha presentato progetti per la celebrazione di Verdi, sono stati assegnati complessivamente 22 mila euro”.

Info sull'Autore

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. […] della speranza, penso che, nell’intimo del suo cuore, essa non disperi di potere utilmente ricominciare a lavorare per il bene […]

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette