images

Secondo il rapporto del Dipartimento delle Finanze, nel periodo compreso tra gennaio e maggio 2013 le entrate fiscali sono calate dello 0,4%. Il dato deriva dalla crescita delle entrate tributarie (+148 milioni, pari allo 0,1%) e la contrazione nel comparto delle entrate contributive (-1,2%) dovuta in massima parte al “crescente ricorso alla rateazione dei pagamenti”. Il ministero spiega che le imposte contabilizzate al bilancio dello Stato registrano una variazione negativa (-373 milioni di euro, -0,2 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il dato fa però deve essere integrato dalla crescita sostenuta delle imposte degli enti locali (+514 milioni di euro, +5,4 per cento) e i ruoli incassati che ammontano a 2.826 milioni di euro (+118 milioni di euro, +4,4 per cento). In discesa accentuata, -6,8% è l’Iva dei primi 5 mesi a causa del calo della componente relativa agli scambi interni (-3,6%) e di quella relativa all’import da nazioni extra europee (-22,4%).

Articolo Precedente

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: