stanchezza

L’insonnia colpisce sia le donne sia gli uomini (ne soffre circa il 33% della popolazione) e aumenta man mano che si va avanti con l’età. Le cause che la determinano possono essere molto diverse. Lo stato emotivo gioca un ruolo rilevante: ansia e tensione, cambiamenti ambientali, preoccupazioni, paure, fobia del sonno, depressione, dolore, sconforto… tutto questo può contribuire a tenere in vita questo disturbo. Ma anche il cibo può avere un ruolo importante, sia in negativo sia in positivo. Se ipoglicemia, carenza di calcio o magnesio, abuso di caffeina, piuttosto che di alcool possono ostacolare il sonno, altri alimenti possono invece essere d’aiuto.

La chimica del sonno

Serotonina e melatonina sono due sostanze chimiche che hanno una funzione determinante per l’equilibrio sonnoveglia e devono essere presenti nell’organismo in giusta quantità. La serotonina dipende dalla disponibilità di un amminoacido, il triptofano, presente in carne, latticini, patate, uova, lievito di birra e cereali integrali ma anche in anacardi, pinoli, mandorle, noci e pesce azzurro. Cibi ricchi di triptofano di sera favoriscono il sonno. Bere un buon bicchiere di latte caldo prima di andare a letto è un ottimo rimedio contro l’insonnia.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: