brunetta boldrini

Dopo le scintille tra Brunetta e Boldrini e gli insulti al deputato grillino Dall’Osso malato di sclerosi, prosegue la discussione sul “decreto del Fare“. Il M5S tiene in scacco il Parlamento: ciascuno degli eletti grillini si avvale del tempo a disposizione per l’illustrazione della dichiarazione di voto su ognuno dei 251 ordini del giorno. Oggi ci sarà un incontro con il premier Enrico Letta per tentare una mediazione. Il M5S ha detto di essere disponibile ad interrompere l’ostruzionismo se il governo rinvierà a settembre la discussione sul ddl riforme che Beppe Grillo ha definito “il colpo di Stato di agosto”.

Tra gli emendamenti al disegno di legge che cancella il finanziamento pubblico dei partiti, il Pdl infila la depenalizzazione del finanziamento illecito: a rischio i processi a Penati, Scajola, Milanese

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: