scavi-pompei_2

Dopo il monito arrivato dall’Unesco, il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Massimo Bray, interviene su uno dei più straordinari e visitati siti italiani travolti dall’incuria: “Pompei è un simbolo per il nostro Paese, il richiamo dell’Unesco è un allarme che prendo in seria considerazione e stiamo già lavorando per superare gli urgenti problemi del sito”. Il ministro ha spiegato che “due dei primi cinque cantieri sono avviati, il terzo partirà in questi giorni e gli altri due sono fermi per un supplemento di controlli sulla trasparenza”. Bray ha fissato come l’obiettivo l’inizio di altri 39 interventi: “una sfida che abbiamo intenzione di vincere. Insieme al governo sono impegnato su Pompei e per un piano complessivo di rilancio dei Beni culturali”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: