Published On: Mar, Set 24th, 2013

Caccia: la strage delle preaperture

Share This
Tags

CacciaFront

di GIADA BERTINI – Domenica 1 settembre si sono aperte le famigerate preaperture, concesse da Regioni e Province alla lobby venatoria. La Protezione Animali punta il dito sul complice silenzio del Governo, che ha il dovere sancito dalla Costituzione di tutelare la fauna selvatica, nei confronti dei provvedimenti illegittimi che mettono a rischio anche l’incolumità pubblica. “E’ imbarazzante l’assenza dello Stato, in particolare del Ministro dell’Ambiente, che non fa nulla per tutelare quel patrimonio indisponibile di tutti gli italiani che è la fauna selvatica – commenta la Protezione Animali -. Da anni gli enti locali ignorano non solo le sentenze a loro avverse di Tar e Corte Costituzionale, ma la Guida scientifica dell’Ispra che è punto di riferimento per la stesura dei calendari venatori nel rispetto della legge attuale, e le direttive europee. Di fatto, Regioni e Province si sentono libere di autorizzare gli spari anche contro specie le cui popolazioni sono in crisi: questa illegalità porterà ulteriori condanne da parte dell’Unione Europea, con cui abbiamo già contenziosi aperti”. Per E.N.P.A. il silenzio dello Stato è ancor più grave relativamente a due seri pericoli: l’influenza aviaria e la tutela della pubblica incolumità. “Avremmo auspicato che in una situazione così delicata sotto il profilo sanitario per il rischio della diffusione dell’influenza aviaria, il Governo emanasse in via cautelativa misure restrittive per l’attività venatoria – aggiunge E.N.P.A. -, invece non è successo nulla”. La stagione di caccia “ordinaria” ha aperto il 15 settembre, ma molti animali sono deceduti prima. Le preaperture hanno causato la morte di centinaia di migliaia di animali che hanno perso la vita per il divertimento di pochi, e si aggiungono alle decine di milioni di esemplari trucidati durante la “normale” stagione venatoria, in un clima di palese illegalità e contro la sensibilità dei cittadini italiani, che pagheranno di tasca propria gli abusi quando arriveranno le sanzioni dell’Europa.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette