pizzo-mafia-racket-usura

Tre arresti a Castellammare del Golfo per una richiesta di estorsione proveniente dalla mafia pari a 60mila euro. A denunciare di essere vittima del pizzo è stato Gregorio Bongiorno, 38anni, presidente di Confindustria di Trapani. L’imprenditore, titolare dell’Agesp, società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, si è rivolto alla magistratura per denunciare l’accaduto. I destinatari dei provvedimenti di arresto sono Mariano Asaro, grosso calibro della mafia locale e due suoi bracci operativi, Gaspare Mulè, 47 anni e Fausto Pennolino, 51 anni.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: