siria

Con dieci voti a favore – compreso quello del senatore repubblicano Mc Cain – la commissione del Congresso ha detto sì all’operazione in Siria. Praticamente è stato confermata la bozza di risoluzione siglata due giorni fa: un intervento “a tempo” determinato che non sfori i 90 giorni e senza truppe terrestri.  Da lunedì il testo sarà all’esame in Aula mentre Obama, da Stoccolma ha dichiarato: “Non ho fissato io la linea rossa sull’uso di armi chimiche, ma la comunità internazionale, che  non può rimanere in silenzio – ed ha anche aggiunto -, non ripeteremo l’errore dell’Iraq”.

Putin per la prima volta non ha escluso la possibilità di un assenso russo ad un’azione armata (approvata dalle Nazioni Unite) se venisse accertata la responsabilità di Damasco mentre il viceministro degli Esteri siriano, Faysal Moqdad ha replicato: “Non ci piegheremo nemmeno se ci fosse la terza guerra mondiale”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: