staiola (2) web

Sarà riaperta venerdì 13 alle 16, alla presenza del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, la provinciale 74 che collega Bosco di Corniglio a Berceto chiusa  da aprile a causa di una grossa frana originatasi a monte.
Le precipitazioni elevate che da novembre 2012 ad aprile 2013 sono cadute sul Parmense e in particolare in Appennino, hanno creato le premesse per il crollo del piano della strada compromettendone definitivamente la transitabilità.
Con l’intervento della Provincia, il cui costo ammonta a 200mila euro, si è creata una viabilità provvisoria sul corpo di frana, con uno sviluppo di circa 200 m e una larghezza di 7,00 m.
I lavori hanno comportato: la risagoma del profilo del versante, un’adeguata opera di drenaggio, la creazione di una rete di scolo superficiale, oltre alla ricostruzione della carreggiata stradale con rilevato in ghiaia, la stesura dell’asfalto e infine la posa delle barriere di sicurezza.
Come per Boschetto, l’intervento è stato realizzato nei tempi più rapidi possibile per ricollegare i nuclei abitati di Staiola e Marra a Bosco di Corniglio e per il collegamento con il casello autostradale della A15 a Berceto.
Le opere sono state realizzate dalla ditta Begani Anselmo di Palanzano che si è aggiudicata l’appalto. Il progetto e la direzioni lavori sono stati svolti dall’Ufficio Viabilità della Provincia di Parma.
A tutt’oggi i drenaggi realizzati, nonostante la scarsità di apporti meteorici, risultano attivi recapitando portate non indifferenti al Rio delle Acque Assai.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: