regione-fvg-sede

di ANDREA PAPA – E’ possibile che di questi tempi, con la crisi imperante, un posto da Direttore Generale in Regione con un compenso di 180mila euro lordi l’anno, rimanga libero? In Friuli Venezia-Giulia sembra proprio di sì. Che sia un lavoro troppo poco remunerativo? E’ triste dirlo, ma il motivo per cui la poltrona della carica reintrodotta dalla Presidente Debora Serracchiani dopo la soppressione di cinque anni fa sia rimasta ancora vuota forse è davvero questo.

E ormai sono trentacinque giorni che nessuno si è insediato in uno dei ruoli più importanti per quel che riguarda la macchina-regione. E per centomila euro netti all’anno nessun dirigente (per quanto possa sembrare assurda la cosa) è disposto ad accettare la carica, forti del fatto che l’ex Direttore Generale della giunta Illy, Andrea Viero, di euro lordi all’anno ne percepiva 233mila.

Intanto, sul sito del Friuli si legge che la posizione è attualmente occupata da Daniele Bertuzzi, segretario generale della Regione. Ma si tratterebbe di un incarico ad interim: 90 giorni per decreto presidenziale. E senza alcuna possibilità di proroga.

Quel che è certo è che la Serracchiani non è riuscita a trovare un direttore di suo gradimento e che sia, contemporaneamente, anche pronto a insediarsi. Perché di questi tempi, prima di accettare un “misero” stipendio da 180mila euro, manager e dirigenti privati ci pensano due volte. Già, proprio così.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: