Published On: Mar, Ott 22nd, 2013

Domenica doppio appuntamento con Carmine Abate presso la Libreria Ubik e Parma Lirica

1385859_381195478678264_1372077425_n

Sarà doppio l’appuntamento con lo scrittore Carmine Abate, vincitore del Premio Campiello 2012, domenica 27 Ottobre.
L’evento, creato in collaborazione con il Comitato di Promozione culturale calabrese “Calabresi di Parma”, prevede due incontri. Alle 18:00 l’autore firmerà le copie del suo nuovo romanzo presso la Libreria Ubik, mentre alle 19:00 presso l’auditorium Parma Lirica seguirà la presentazione ufficiale e il reading de “Il bacio del pane”.
L’evento è inserito all’interno della manifestazione culturale ed enogastronomica organizzata dall’associazione “Calabresi di Parma”.

Il bacio del pane.

In un’afosa giornata di luglio, una comitiva di ragazzi decide di andare a fare il bagno alla cascata del Giglietto. Piero accetta volentieri perché quel luogo – che è il più bello dei dintorni – lo attira come una calamita fin da quando è bambino. I ragazzi scendono in moto dal paese di Spillace e poi risalgono a piedi il letto pietroso di una fiumara. Quando arrivano all’altezza del rudere di un antico mulino, sudati per la sfacchinata e l’afa, Piero sente un brivido lungo la schiena. Accanto a lui c’è Laura – amica d’infanzia che vive a Firenze e trascorre le vacanze a Spillace -, verso la quale prova un’attrazione che gli sta scombussolando la vita. Di lei si fida e perciò le racconta di getto ciò che gli è successo pochi mesi prima: proprio in quel rudere si era imbattuto in un uomo dallo sguardo di animale braccato che, vedendolo entrare nel suo nascondiglio, aveva farneticato parole incomprensibili, aveva infilato le sue cose, tra cui una pistola, in un sacco da marinaio e si era allontanato saltellando goffamente tra le pietre. Più tardi, sotto l’acqua scrosciante della cascata, insieme al ricordo dello sconosciuto, sparisce per incanto la fatica sofferta durante il tragitto. Piero si sente rigenerato. Mai avrebbe potuto immaginare che, nel corso della giornata, avrebbe rivisto quell’uomo nello stesso rudere, di fronte a Laura, con la pistola in pugno.

Carmine Abate:

è autore di numerosi racconti, romanzi e saggi prevalentemente incentrati sui temi dei migranti e degli incontri tra le culture.

Vincitore di prestigiosi premi, nel 2012 ha vinto, con il romanzo “La collina del vento” edito da Mondadori, il primo premio Campiello.

I temi prevalenti nelle opere di narrativa di Abate sono il ricordo delle tradizioni culturali di origine, soprattutto delle piccole comunità arbëreshë e l’incontro con le popolazioni che risiedono laddove più forte è l’emigrazione del Meridione. I racconti di Abate, emigrato da giovane in Germania per motivi di lavoro, sono frutto dell’esperienza diretta dell’autore in Germania e nell’Italia Settentrionale. In alcune opere di Carmine Abate, specialmente nella raccolta di racconti intitolata “Il Muro dei Muri”, viene dato rilievo a quello che è il vero nemico della società, il razzismo, la barriera più grande che esiste al mondo e che cerca di dividere gli uomini, motivo d’incomprensione e d’incomunicabilità tra questi ultimi. I temi dell’odio e dell’intolleranza, nell’opera di Carmine Abate, sono trattati in una lingua personale costituita da termini nelle lingue italiana, di arbëreshë e tedesca, con uno stile apparentemente semplice, scorrevole e facilmente comprensibile, ma soprattutto che richiama con piacere alla lettura.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette