Mup
Far scoprire a ragazzi e adulti la storia di Parma, per permettere a tutti di conoscere il nostro passato e capire così meglio da dove veniamo e la realtà in cui viviamo. È questo l’obiettivo di “La storia va in scena”, l’iniziativa promossa a partire dal volume edito da Mup “Musica e teatro”, che prevede diverse azioni, tra cui un ciclo di 5 incontri di approfondimento con gli autori del volume, in città e in provincia, sulla storia della musica e del teatro a Parma; e un progetto, “Storia di Parma-progetto scuola”, che ha l’obiettivo di diffondere lo studio della storia della città tra le giovani generazioni.
“A pochi giorni dalla presentazione del volume di Mup parte questo progetto che vuole approfondire la storia di Parma e diffonderla in luoghi della musica e del teatro della nostra provincia e all’interno delle scuole – ha detto l’assessore provinciale alle Politiche scolastiche Giuseppe Romanini, nella presentazione di questa mattina in Provincia -. Un’iniziativa interessante che ben si inserisce nell’anno del Bicentenario verdiano”.
In particolare, sono 5 gli incontri in programma, che si terranno al Museo Glauco Lombardi, alla Casa della Musica e nella sede della Famija Pramzana di Parma, al Teatro Magnani di Fidenza e al Museo di Casa Barezzi a Busseto. Organizzati da Provincia e Mup editore, con il sostegno della Regione Emilia Romagna, grazie alla collaborazione degli autori del volume, di giornalisti e divulgatori scientifici e al supporto di numerosi partner, gli incontri permetteranno di tratteggiare l’opera del compositore Giuseppe Verdi e di approfondire il contesto musicale e culturale entro il quale il Maestro si mosse e che fu in grado di generare.“Una delle carenze del sistema scolastico e culturale italiano consiste proprio nella mancanza di sviluppo della cultura teatrale e musicale: ecco perché è importante questo progetto – ha osservato Domenico Vera dell’Università degli Studi di Parma -. Sarà interessante il contributo che gli autori daranno per divulgare e approfondire alcuni aspetti del volume”.
“Storia di Parma-progetto scuola”, realizzato da Mup editore con il contributo di Banca Monte Parma, e grazie alla collaborazione di numerosi partner (Provincia, Regione Emilia Romagna, Fondazione Monte di Parma, Ufficio Scolastico Territoriale di Parma, Università degli Studi, Camera di Commercio, Ascom e Gazzetta di Parma) ha invece l’obiettivo di diffondere lo studio della storia di Parma tra i bambini e i ragazzi delle scuole di Parma e provincia. Lo strumento sarà il volume “Musica e Teatro”, che Fondazione Monte di Parma donerà in 1000 copie all’Ufficio Scolastico Territoriale di Parma, che provvederà poi alla sua distribuzione in tutte le scuola di Parma e provincia. “La Fondazione si è sempre impegnata in questo grande progetto editoriale – ha affermato il presidente di Fondazione Monte di Parma Roberto Delsignore -. Grazie all’impegno del Provveditorato e dei docenti gli studenti riescono ad essere coinvolti in prima persona e possono studiare la storia di Parma in modo attivo”.
“Lo scopo è di incentivare i ragazzi ad acquisire maggiore consapevolezza della propria identità – ha spiegato Rossana Mordacci dell’Ufficio scolastico territoriale di Parma –. Comprendere il patrimonio che hanno ereditato li aiuterà a progettare in modo più consapevole il loro futuro”.
“Si tratta di un’iniziativa di estremo valore perché riesce a portare la storia di Parma all’interno delle scuole – ha sottolineato il presidente di Mup Editore Vittorio Rizzoli –. In questo modo tanti ragazzi potranno scoprire i contenuti del nostro nuovo volume, un documento veramente eccezionale”. “Ascom investe da sempre nello sviluppo della conoscenza, nel rapporto con le scuole e nelle valorizzazione del territorio: per questo abbiamo aderito a questo progetto”, ha aggiunto Cristina Mazza di Ascom Parma.
“Abbiamo assistito in questo periodo a molti tagli sulla cultura ma noi crediamo che senza cultura non potremmo andare da nessuna parte: ecco perché continuiamo a investire su questi temi”, ha concluso Maurizio Dodi di Mup Editore.
Il progetto all’interno delle scuole prevede anche la realizzazione di un ciclo di 4 conferenze, intitolato “Lezioni d’autore”, rivolto soprattutto agli insegnanti ma aperte a chiunque voglia partecipare, in cui gli autori dei saggi approfondiranno i temi trattati nel volume. Il calendario delle “Lezioni d’autore” sarà disponibile a breve sul sito www.storiadiparma.it.
Infine, è aperto un bando di concorso rivolto a tutte le scuole di Parma e provincia: i ragazzi dovranno produrre, con l’aiuto dei loro insegnanti, un elaborato dedicato alla storia della musica e del teatro, utilizzando il volume Musica e Teatro. In palio per i giovani vincitori, che saranno premiati il 24 maggio, buoni acquisto per materiali didattici e per i loro insegnanti buoni acquisto libri a Mup Editore. Il bando di concorso e il modulo d’iscrizione sono disponibili sul sito www.storiadiparma.it.

Gli incontri
Si parte sabato 26 ottobre alle 11 al Museo Glauco Lombardi di Parma (strada Garibaldi, 15) con l’incontro “Musica e Teatro alla corte di Maria Luigia”, a cura di Luigi Allegri e Paolo Russo, che hanno trattato l’argomento nel volume di Mup.
Il secondo incontro, dal titolo “Musica per l’Italia Unita”, si terrà sabato 9 novembre alle 16.30 al Ridotto del Teatro Magnani di Fidenza (piazza Verdi, 1). All’incontro parteciperà Gustavo Marchesi, autore del volume “Musica e teatro”, e Gabriele Mendolicchio, docente del Conservatorio Boito di Parma, che parlerà dell’inedito patrimonio storico-musicale del Teatro Magnani. L’incontro sarà accompagnato dalla riproduzione di alcuni brani musicali.
Il terzo appuntamento è in programma sabato 16 novembre alle 16 nella sede della Famija Pramzana a Parma (viale Vittoria, 4) e sarà dedicato a “Il teatro dialettale”. L’incontro sarà presieduto da Carlo Varotti, autore del volume Musica e Teatro, e da Paolo Briganti. Parteciperanno inoltre alcuni attori della Compagnia dialettale La Famija Pramzana, della Dialettale Sissese e Nuova Corrente, che leggeranno alcuni brani teatrali.
Venerdì 22 novembre alle 21 si potrà partecipare all’incontro “Teatro, spettacolo e scenografia” in programma al Museo di Casa Barezzi di Busseto (via Roma, 119), con la partecipazione di Luigi Allegri e Massimo Mussini.
Ultimo appuntamento mercoledì 4 dicembre alle 17.30 alla Casa della Musica di Parma (p.le san Francesco, 1) con l’incontro “La musica in scena”, dedicato ai caratteri, alle vicende e agli edifici teatrali dal ‘600 a oggi, con Manuela Bambozzi, Marco Capra e Gustavo Marchesi. Al termine dell’incontro sarà possibile visitare il Museo dell’Opera.
Tutti gli incontri sono a ingresso libero.

Per informazioni:

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: