Published On: Mar, Ott 8th, 2013

Lampedusa, sindacati: “Promuovere nuova cultura dell’accoglienza”

img1024-700_dettaglio2_Lampedusa-e-Linosa-strage-migranti

CGIL, CISL e UIL di Parma desiderano ringraziare tutti coloro che hanno tempestivamente aderito, lo scorso venerdì 4 ottobre, all’iniziativa unitaria improvvisata all’indomani della strage di Lampedusa, partecipando con così poco preavviso al momento di raccoglimento e testimonianza nel piazzale antistante la Camera del Lavoro.

In particolare si ringraziano ANPI, ARCI, ACLI (e l’intervento del suo Presidente), Libera Parma, Emporio di Parma, Circolo culturale Il Borgo, Famija Pramzana, UDU, Forum Interreligioso, Assoc. “G. Verdi” Tunisini di Parma, Amnesty International, Assoc. Culturale sarda “G. Deledda”, PD, SEL, PDCI, Amici d’Africa e Assoc. senegalese Bokk Jeff.

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato a “Una candela per Lampedusa” e agli organizzatori del presidio organizzato nel pomeriggio nel centro di Parma, il cordoglio e il dolore per quelle centinaia di morti e dispersi hanno avuto, anche nella nostra città, il dovuto spazio. Ma, oltre Lampedusa e dopo la strage, occorre che finalmente – e CGIL, CISL e UIL hanno programmato iniziative in tutta Italia già per il prossimo 11 ottobre – si dia il via ad una diversa politica in materia di immigrazione e asilo, per fermare le stragi nel Mediterraneo. Si auspica che la collaborazione avviata in questa tragica occasione possa essere rafforzata e resa più fattiva nella prospettiva di contribuire a promuovere una nuova e più umana cultura dell’accoglienza e della solidarietà.

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette