trv-art-Remote-Tourists-2-20131008161543225506-620x349

di ANDREA PAPA – Ammettiamolo, quanti di noi, almeno una volta nella loro vita, hanno provato l’ebbrezza di poter visitare una città, un luogo sognato da sempre, facendo scorrere l’ormai famoso “omino” di google maps lungo gli itinerari virtuali viaggiando così non solo con la mente ma anche, a conti fatti con gli occhi? L’hanno chiamato turismo virtuale, un turismo però freddo, asettico, fatto di avatar “viaggiatori” di un Mondo artificiale.

Ma le frontiere del web, si sa, sono infinite, e allora, all’amministrazione comunale di Melbourne, (la seconda città per importanza dell’Australia) hanno avuto il colpo di genio. E’ così nata la Melbourne Remote Control Tourist; niente di artificiale, nessun omino luminoso che si muove a passo di muose, solo e soltanto persone in carne ed ossa, presenti realmente sul posto, e muniti di “elmetto” con tanto di telecamere, microfoni e gps, che vengono guidate nei loro percorsi attraverso post su facebook, twitter (l’hashtag è #MelbourneRCT) e ovviamente attraverso quello che è il sito ufficiale dell’operazione che è remotecontroltourist.com

L’iniziativa, iniziata l’11 di ottobre, si protrarrà fino a domenica 13 di ottobre, e coinvolgerà quattro giovani australiani che avranno la possibilità di percorrere in lungo e in largo i percorsi più disparati della metropoli australiana seguendo le varie indicazioni ricevute dagli utenti della rete. Il tutto ovviamente ripreso e trasmesso in diretta in una fascia oraria che nel paese dei canguri va dalle 12 alle 20. Starà a loro mettersi a totale disposizione dei loro Ciceroni interattivi, che potranno consigliare i negozi da visitare, i ristoranti dove entrare, e tutto quanto di più strano possa venire in mente.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: